Calcio

Preliminari Champions: Psv Eindhoven - Milan

Saranno gli olandesi i primi avversari dei rossoneri in Coppa. Europa League: Grassophers-Fiorentina, Slovan Liberec-Udinese

Pippo Inzaghi, oggi allenatore della Primavera del Milan, con l'ultima Coppa vinta dai rossoneri nel 2007. (Credits: Ansa)

Il Milan "pesca" gli olandesi del Psv Eindhoven nei preliminari di Champions League: andata il 20 agosto, ritorno mercoledì 28 a San Siro. Il passaggio del turno, con accesso alla fase a gironi, vale un fisso di 8,6 milioni di euro, cui si aggiungono 1 milione a vittoria e 500 mila euro a pareggio.

Al Milan raramente poteva andare peggio per il doppio impegno che può lanciare una stagione o affossarla fin dall'estate. Il Psv Eindhoven è una delle tre grandi squadre dei Paesi Bassi insieme ad Ajax e Feyenoord che ha alzato la coppa dei Campioni nel 1988. L'allenatore è una vecchia conoscenza del club e del calcio mondiale: Philip Cocu, giocatore duttile ed esterno di fascia che ha vestito per sei anni la maglia del Psv e per altri sei quella del Barcellona. La sua carriera da allenatore è iniziata nel 2008 con gli allievi del Psv e la sua scalata verso il ruolo di tecnico della prima squadra è sembrata sin da subito già scritta.

Come nella più classica tradizione olandese la squadra è il mix perfetto di talento e gioventù, una rosa che conta su predestinati come Adam Maher, centrocampista classe 1993 che è già finito sul taccuino dei talent scout di mezzo mondo, ma anche Georginho Wjnaldum, classe 1990 e già 23 gol in 65 presenze con il Psv. In difesa oltre al brasiliano Marcelo c'è l'ex scommessa del Chelsea Bruma. Da tenere d'occhio anche Jurgen Locadia, classe 1993 e già 6 reti in sole 15 partite con il club oltre che un percorso da predestinato in tutte le nazionali olandesi.

Il Milan dovrà imporre la sua maggiore esperienza in campo internazionale ma quel che preoccupa di più Allegri e Galliani è la preparazione fisica della squadra: il Psv ha già iniziato il campionato e gode di una condizione superiore ai rossoneri. Per il club di Eindhoven sarà la possibilità di scrivere una nuova pagina di storia battendo una delle formazioni più forti e blasonate al mondo dando un senso al secondo posto della scorsa stagione dietro l'Ajax. I rossoneri dovranno invece puntare sulla limitata velocità del reparto difensivo olandese: già nell'andata del 20/21 agosto un gol in trasferta potrebbe essere fondamentale in vista dell'impegno di San Siro quando, a campionato iniziato, le preoccupazioni di Allegri potrebbero essere altre. 

"Abbiamo una squadra molto giovane ma molto decisa. Dalla scorsa stagione abbiamo cambiato sei/sette pedine ma siamo pronti per questo nuovo campionato. Siamo contenti di ritrovare una squadra come il Milan e di poterci giocare le nostre possibilità" ha spiegato il dirigente del Psv Eindhoven Ron Verkerk. Tra gli aiuti anche i consigli di Van Bommel: "Tra breve entrerà a far parte della società come dirigente a tutti gli effetti. Lui è rimasto molto legato all'ambiente del Milan e conosce bene il modo di giocare di Allegri, potrà esserci utile". 

Dall'urna che ha sorteggiato i preliminari sono usciti anche gli altri accoppiamenti per i turni preliminari:

- Lione - Real Sociedad

- Schalke 04 - Metalist

- Pacos Ferreira - Zenit

- Psv Eindhoven - Milan

- Arsenal - Fenerbahce

In Europa League, invece, la Fiorentina dovrà vedersela con il Grassophers (prima partita in Svizzera), mentre l'Udinese è stata sorteggiata contro i cechi dello Slovan Liberec (prima in trasferta anche per la squadra di Guidolin). Gli incontri sono in programma il 22 (andata) e il 29 agosto (ritorno).

© Riproduzione Riservata

Commenti