Krasic, Lichtsteiner e i dubbi sulla fascia destra: chi difende nella nuova Juventus?

Con l’arrivo di Vucinic il mercato della Juventus sembra essere entrato nella fase conclusiva. Gli ultimi acquisti dovrebbero riguardare infatti la difesa, il reparto meno ritoccato e quello che forse richiedeva più cambiamenti. In attesa di sapere chi sarà il …Leggi tutto

Milos Krasic e Stephan Lichtsteiner (ANSA)

Milos Krasic e Stephan Lichtsteiner (ANSA)

bar sportCon l’arrivo di Vucinic il mercato della Juventus sembra essere entrato nella fase conclusiva. Gli ultimi acquisti dovrebbero riguardare infatti la difesa, il reparto meno ritoccato e quello che forse richiedeva più cambiamenti. In attesa di sapere chi sarà il nuovo centrale bianconero tra Lugano e Kjaer, destano non poche perplessità gli esterni. Mentre Ziegler dovrebbe perdere la maglia da titolare a favore di un nuovo arrivo (Vargas?), la corsia di destra sarà composta dal duo Lichtsteiner – Krasic.

Innanzitutto è opportuno sottolineare come il 4-2-4 di Conte non esista. Neppure i giochi di calcio più famosi al mondo per console permettono questa soluzione tattica che resta invece una variante offensiva del 4-4-2. Con Conte gli esterni dovranno lavorare il doppio: i terzini spingere per coprire anche le zone di centrocampo e le ali attaccare come una punta per poi ripiegare e dare aiuto agli esterni di difesa durante gli attacchi avversari. Con Pirlo in cabina di regia a dispensare lanci sembra che al povero Vidal tocchi l’oneroso compito di recuperare palloni e spezzare il gioco. I dubbi sugli esterni però pesano e non poco.

Milos Krasic è un giocatore di altissimo livello che nel primo anno di A si è spento nel girone di ritorno dopo un inizio devastante. Ala ambidestra, dribbling ubriacante e fisico straripante per una delle poche note liete nella Juventus dello scorso anno. E’ stato preso di mira dagli arbitri dopo la simulazione contro il Bologna che gli costè tre giornate (mai nessuno era stato sanzionato così pesantemente per questo tipo di fallo) e il suo impatto con la serie A non è stato semplice come bere un bicchiere d’acqua. Con Conte Krasic sarà l’uomo in più per l’attacco bianconero, ala imprevedibile pronta a servire valanghe di assist per Quagliarella, Vucinic e Matri. I dubbi sul serbo riguardano però la fase difensiva e la possibilità di coprire la corsia destra. Una preoccupazione che dovrebbe essere cancellata da Stephan Lichtsteiner.

Il terzino svizzero è stato pagato 10 milioni di euro, cifra che a mio modo di vedere è eccessiva per un difensore di 27 anni che ha giocato due buone stagioni con la Lazio ma ha ancora molto da dimostrare. Gran fisico e buon dribbling, Lichsteiner è stato utilizzato anche a centrocampo e nella sua espserienza romana è piaciuto soprattutto per la caparbietà nel cercare il fondo del campo per il cross. Un terzino che spinge e che secondo molti è inferiore solo a Maicon in Serie A, ma che nella Juventus dovrà fermarsi alla vista del tornado biondo Milos Krasic. Un dualismo alla Alonso – Massa con lo svizzero che non può permettersi protagonismi. La paura resta la copertura, la fase difensiva che con Krasic esterno alto potrebbe lasciare vere e proprie praterie in contropiede.

© Riproduzione Riservata

Commenti