marta_bechis_003
Calcio

Juventus-Torino: il derby vissuto (a rete) da Marta Bechis

Torinese doc, la palleggiatrice del Conegliano Volley è una grande tifosa granata. Che fa della stracittadina anche una questione di famiglia

Bella, brava e tifosissima del Torino. A Marta Bechis, 26 anni, torinese, tra le migliori palleggiatrici del volley italiano con la ritrovata maglia dell'ambiziosa Imoco Volley Conegliano, basta chiedere un pronostico sull'imminente derby per accendere subito la passione granata: "Il Torino è una fede e l'importante è vincere il derby".

Una famiglia, quella di Marta Bechis, divisa a metà tra granata e bianconeri. "A casa mia", racconta la pallavolista, "il derby si gioca realmente tra tavola, divano e spalti. Purtroppo spiccano gli juventini: da mio papà Luciano a Cesare, il fratello di mia nonna Palmira, che è un super-abbonato bianconero, per finire - manco a dirlo - al mio fidanzato Andrea, con cui la tensione sale con il passare dei minuti... Da quando mio nonno Carlo non c'è più, a sostenere il vecchio cuore granata siamo rimasti io e mia nonna Palmira, che a 85 anni tifa ancora per il Toro. Preciso tra l'altro che le pareti della mia camera a Torino sono rigorosamente dei colori della mia squadra. La mia mamma è invece neutrale".

 

Tra un allenamento e una partita con il Conegliano, Marta è già in clima stracittadina: "Mi aspetto un derby deciso nel finale: la Juve di quest'anno non è imbattibile, anzi! E per noi tifosi granata grida ancora vendetta la sconfitta della partita di andata della scorsa stagione, quando Pirlo decise tutto al 93' con quella rasoiata bassa. Lui di nome fa Andrea, il mio ragazzo si chiama Andrea e il derby era nel giorno di Sant'Andrea: una vera congiura contro di me. Per di più giocavo in Polonia e la gara l'ho seguita dalla mia stanza".

Meglio passare a migliori ricordi: "Per ovvi impegni professionali purtroppo vado allo stadio poche volte", racconta sempre Marta Bechis, "ma vedere la Curva Maratona colorarsi di granata con i tifosi che cantano a squarciagola è uno spettacolo indimenticabile. Mentre certi episodi, come le corna mostrate da Marco Ferrante e Enzino Maresca o la buca scavata sul dischetto da Riccardo Maspero, sono storie tramandate per la memoria storica di noi tifosi".

Un sogno? Rivedere in granata Matteo Darmian: "La squadra di quest'anno può puntare in alto e con lui sarebbe stata ancora più forte. Mister Ventura è invece un grande tecnico. Certo che vincere il derby sabato contro la Juventus e prendere con Conegliano i tre punti domenica a Treviso contro Casalmaggiore, sarebbe vivere il weekend perfetto!".

© Riproduzione Riservata

Commenti