Olympique de Marseille v Juventus FC - Preseason Friendly
Calcio

Allegri e l'allarme infortuni: tutti i guai della Juventus

Dall'inizio della stagione 18 ko di cui la maggioranza (14) muscolari. Come nel Milan, dove anche Galliani lo mise sotto accusa...

Il precedente non gli porta bene e, soprattutto, autorizza l'apertura della discussione intorno ad Allegri a ai suoi metodi di preparazione atletica. Come già successo nel Milan, quando addirittura Galliani, ovvero il suo alleato più prezioso a Milanello, nell'autunno 2013 sbottò chiedendosi perché si facessero tutti male. Allegri era da un paio di anni al Milan e il conto dei ko era già salatissimo: 137 infortuni nelle prime due stagioni di cui 78 muscolari.

Poi nel 2013 la ricadutam causata dalla preparazione accelerata per non mancare l'appuntamento con il playoff di Champions League contro il Psv: stillicidio di assenze e a gennaio l'esonero. Dovuto ai risultati (22 punti in 19 giornate), ma anche al sospetto che l'ecatombe muscolare fosse colpa di Max e del suo staff, seppure cambiato per l'occasione.

Ora alla Juventus la storia si sta ripetendo. E' presto per arrivare a conclusioni, ma l'avvio del secondo anno di Allegri non lascia tranquilli tifosi e dirigenti. Questa volta la gara da preparare era la Supercoppa di Shangai dell'8 agosto contro la Lazio, parallelo quasi simmetrico con le due sfide rossonere contro il Psv. Il conto pagato sino ad oggi dalla rosa bianconera è pesante e non tutto legato alla sfortuna: 18 infortuni (più il guaio di Lichtsteiner in nessun modo imputabile ad alcuno) di cui la stragrande maggioranza muscolari.

Allegri si difende ricordando il buon andamento dell'anno scorso, ma che il numero di guai e il lavoro dei medici a Vinovo sia cresciuto dopo la partenza di Conte rischia di essere un dato di fatto e un leit motiv che accompagnerà la stagione juventina.

Ecco l'elenco degli infortuni della Juventus (giocatore per giocatore)

KHEDIRA (Stiramento di 2° grado al bicipite della coscia in estate) 2 mesi

MARCHISIO (Stirmanento di 1° grado al retto femorale) 1 mese (Stiramento all'adduttore (35 giorni)

BARZAGLI (Lesione all'adduttore) 2 settimane

CACERES (Risentimento muscolare) 10 giorni (Stiramento al bicipite) 12 giorni

MORATA (Stiramento al soleo del polpaccio) 1 mese (Infiammazione agli addominali) 5 giorni (Colpo alla gamba in nazionale (10 giorni)

MANDZUKIC (Stiramento di 1° grado al bicipite della coscia in estate) 1 mese

CHIELLINI (Stiramento al retto femorale) 25 giorni

ASAMOAH (Probemi alla cartilagine del ginocchio) 2 mesi e mezzo (Stiramento al bicipite della coscia (20 giorni)

PEREYRA (Problemi all'anca) 3 settimane (Stiramento di 2° grado alla coscia) 40 giorni

POGBA (Distorsione alla caviglia in allenamento con la Francia) 10 giorni

STURARO (Problemi al polpaccio) 3 settimane

RUBINHO (Problemi muscolari) 1 mese

LICHSTEINER (Problemi di natura cardiaca) Operato per aritmia


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti