Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Calcio

Il ritorno di Rocchi: Lazio-Roma

Dai disastri della passata stagione al derby dell'Olimpico. Sarebbe stato l'ideale per Juve-Inter ma su di lui pesa l'anatema di Moratti...

Gianluca Rocchi

Gianluca Rocchi è arbitro internazionale dal 2008 – Credits: La Presse

La lunga marcia è finita. Gianluca Rocchi torna a essere un arbitro top level anche per il campionato italiano dopo essere stato un arbitro perso un anno fa nella stagione peggiore della sua carriera. Sarà lui ad arbitrare il derby Lazio-Roma, partita che storicamente pesa come un macigno e che ancor di più sarà al centro dell'attenzione dopo i disastri di Valeri nel derby di Milano e le polemiche che hanno investito gli arbitri per gli errori pro-Juve delle ultime due settimane.

Rocchi non faceva un big match dal 1° ottobre 2011, il giorno di Inter-Napoli 0-3, gara devastata dalle sue scelte e che aveva provocato la rabbia (con ricusazione "Non voglio più vederlo") da parte di Moratti. Espulsione di Obi inesistente, rigore inventato per il vantaggio partenopeo. I vertici dell'Aia l'avevano difeso rimandandolo un mese dopo a dirigere una grande peggiorando però lo situazione: Bologna-Milan 2-2 era stata un festival di errori tra rigori negati e regalati, falli di mano, proteste e simulazioni.

Un arbitro perso, ma non per Braschi, Nicchi e Collina. Da allora Rocchi ha arbitrato quasi solo gare di secondo piano, senza i riflettori accesi addosso. Niente Inter (il tabù non è ancora caduto), il Milan rivisto solo a Parma il 30 settembre di quest'anno. La Juventus evitata fino alla trasferta di Marassi col Genoa del 16 settembre 2012. Un lungo purgatorio che è servito a ricostruire le certezze di un direttore di gara spesso contestato (soprattutto dall'Inter), ma che a livello europeo viene considerato uno dei migliori.

Non è un caso che Collina, seppure in piena bufera, gli avesse fatto dirigere Ajax-Manchester United di Europa League (16 febbraio 2012) e quest'anno gli abbia già dato due gare scomode di Champions League (Valencia-Lilla e Barcellona-Celtic). Percorso netto così come in campionato: 5 presenze in crescendo (Samp-Siena alla 2°, Genoa-Juve alla 3°, Parma-Milan alla 6°, Samp-Cagliari alla 9° e Udinese-Catania alla 10°). Nessun errore e voti lusinghieri. Sarebbe stato l'arbitro giusto per Juventus-Inter ma i nerazzurri non avrebbero gradito. Col derby dell'Olimpico torna nel giro che conta.

La sua designazione non è una sorpresa in assoluto considerato il rendimento negativo di Tagliavento, non solo in Juventus-Inter e di altri internazionali come Valeri, Mazzoleni e Bergonzi. Insieme a Orsato è una delle poche certezze di Braschi. Se farà bene in Lazio-Roma arriverà per lui anche il ritorno a una partita dell'Inter. Insieme a Rizzoli (finalmente a riposo dopo un tour de force come arbitro o giudice di porta) è inserito nella lista dei preconvocati dalla Fifa per il Mondiale 2014. Non piace, fa discutere, in passato ha ricevuto minacce di morte ma ora rappresenta la faccia buona del gruppo arbitrale e Braschi se la gioca su un tavolo che scotta.

Seguimi anche su Twitter e Facebook

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>