Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Gossip

Stewart/Pattinson: Rupert Sanders abbandonato da Liberty Ross

Non sempre c’è il lieto fine: mentre tra RPatz e KStew è di nuovo amore, il matrimonio del regista di Biancaneve e il cacciatore sembra andare a rotoli - Rob e Kris, nozze in vista?

pattinson-stewart-sanders-ross

Coppie a confronto: Stewart-Pattinson vs. Sanders-Ross – Credits: Olycom

Va bene, tra Kristen Stewart e Robert Pattinson sarebbe tornato il sereno. Ma che ne è stato del matrimonio tra il regista fedifrago Rupert Sander e la moglie cornificata Liberty Ross? Ebbene, secondo HollywoodLife i due non se la passano affatto bene, dato che la Ross ha festeggiato in compagnia di amici, ma rigorosamente senza il marito, il proprio trentaquattresimo compleanno.

Intercettata dai blogger di RumorFix al club Eleven di West Hollywood, la modella e attrice inglese ha dichiarato: “Nessuno sapeva chi fossi prima di venire tradita e questo mi rendeva molto più felice”. E ancora: ”Non è piacevole venire ferita e umiliata come è successo a me, ma di sicuro ho imparato molto. Non perdo la testa per Rupert e non provo nemmeno rancore. Evito di pensarci. Ora sono concentrata sui miei figli e desidero guardare avanti”.

Parole chiare e inequivocabili: a Liberty la scappatella del compagno non è proprio andata giù. Sarà quindi per dimenticare i dolori della vita coniugale che molti testimoni giurano di averla vista più scatenata che mai, mentre si esibiva in danze selvagge al ritmo di hip hop, e ci dava dentro fumando sigarette e bevendo fiumi di vodka.

Insomma, stando all’immancabile fonte anonima: “Nonostante tutto, era in grande forma. Ha voluto passare una serata con le persone care, lontano da quell’infedele di suo marito. Ha fatto bene”.

La conclusione della telenovela, secondo i maligni, non può quindi che essere una: mentre per RPatz e KStew potrebbero profilarsi all’orizzonte un clamoroso matrimonio, l’unione tra Sanders e la Ross parrebbe proprio giunta al capolinea.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>