dieta_mediterranea_web01
Dieta

Dieta mediterranea batte junk food, anche nel prezzo

Costa molto meno e ha una qualità nettamente superiore al cibo che oggi si tende a considerare più economico

Prodotti di stagione, soprattutto frutta e verdura, contro panini ripieni e patatine fritte. La dieta mediterranea "costa molto meno e ha una qualità nettamente superiore al 'cibo spazzatura' che oggi si tende a considerare, sbagliando, più economico". Lo spiega all'Adnkronos Salute Ermanno Calcatelli, presidente dell'Ordine nazionale dei biologi, rilanciando la regina delle diete come scudo per battere le malattie metaboliche in occasione della Giornata mondiale del diabete che si celebra domani. "Pasta con il pomodoro, olio d'oliva, frutta e vegetali di stagione - aggiunge Calcatelli - sono un esempio concreto di come si possa davvero mangiare bene e stare in salute, spendere il giusto e avere uno stile di vita corretto dal punto di vista nutrizionale".

"Il 'junk food' è composto da prodotti lavorati o semilavorati - precisa Calcatelli - spesso ricchi di grassi 'cattivi'. Mentre uno dei segreti della dieta mediterranea è l'apporto biochimico dei suoi alimenti cardine. Scegliere prodotti freschi e di stagione ha un effetto beneficio sull'intestino: sono molto più digeribili, rafforzano l'immunità intestinale e la flora batterica. Oltre a dare l'apporto giornaliero di vitamina D - ricorda - con un certo piacere anche al palato. Cosa che i panini con carne e salse varie o bibite gasate di certo non possono dare".

La figura del biologo nutrizionista è da tempo in prima linea per difendere e promuovere stili di vita corretti anche a tavola. "Questi colleghi non solo preparano profili nutrizionali molto precisi - sottolinea Calcatelli - ma hanno le conoscenze e una formazione per esaltare gli aspetti biochimici di molti prodotti. Arrivando a creare 'mix' che possono dare un contributo decisivo per aiutare le persone a superare difficoltà o disturbi digestivi, ad esempio. Ma - conclude - sopratutto a lavorare insieme al medico alla prevenzione, che inizia proprio a tavola".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti