News

Egitto nel caos: decine di morti

Le immagini sconvolgenti degli scontri in piazza tra esercito e sostenitori dell'ex presidente Morsi - Gli aggiornamenti in diretta - video - il racconto via twitter

 

Sarebbero almeno 200, secondo i Fratelli musulmani, gli attivisti morti mentre 8mila quelli feriti a Il Cairo, dopo che la polizia ha attaccato i presidi dei sostenitori dell'ex presidente Mohamed Morsi. Da martedì sera la tensione non si arresta, gli agenti hanno lanciato lacrimogeni e sono intervenuti con la forza. Secondo la Bbc, che cita la tv di Stato egiziana, 35 dimostranti sono stati arrestati nel presidio di Rabaa "con munizioni e armi".

Il ministero: "Nessuna vittima tra i manifestanti, soltanto 26 feriti" - Per il ministero della Salute egiziano, invece, per il momento non si conta alcuna vittima, ma solo 26 feriti, nello schieramento pro-Morsi durante il rastrellamento da parte della polizia: gli unici due morti, secondo fonti governative, sono due membri delle forze di sicurezza, uccisi da colpi d'arma da fuoco durante l'intervento.

Per un giornalista di Afp sono 43 le vittime - Almeno 43 manifestanti sono stati uccisi, di cui alcuni con evidenti ferite da arma da fuoco, nello sgombero dei raduni pro-Morsi al Cairo. Lo ha constatato un giornalista dell'Afp sul posto, che ha contato il numero dei cadaveri, tutti uomini.

"L'esercito apre il fuoco contro i manifestanti" - L'esercito egiziano ha aperto il fuoco contro i manifestanti che lanciavano pietre a Il Cairo. Lo hanno riferito testimoni alla Reuters. 

L'ambasciata agli italiani: evitate assembramenti - L'Ambasciata d'Italia a Il Cairo invita i connazionali in Egitto a "tenersi lontani dagli assembramenti".

© Riproduzione Riservata

Commenti