Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Politica

Armao: 'Io, per Crocetta, un traditore'

Il comunicato dell'ex assessore al Bilancio della Regione Sicilia accusato oggi dal neo Governatore di tradimento

Rosario Crocetta

Il neo Governatore della Sicilia, Rosario Crocetta (Credits: LaPresse)

Le affermazioni circa un mio presunto ‘tradimento’ alla Sicilia provenienti da chi misconosce non solo lo Statuto, ma anche gli elementi organizzativi e finanziari della Regione, sono false ed infamanti, ma, cio’ che e’ piu’ grave, fanno parte di una strategia della mistificazione che il nuovo e confuso inquilino di Palazzo d’Orleans sta cercando di propalare per nascondere il suo affanno.

Qualche giorno fa, tra fantasmagoriche dichiarazioni, v’era pure quella che la Presidenza avrebbe ‘fatto’, a giorni, una legge sulle imposte per le imprese nazionali operanti in Sicilia, volendo normare cio’ che e’ gia’ previsto dall’art. 37 dello Statuto. Oggi si vorrebbe addirittura  istituire,  unilateralmente, l’Alta Corte.

A RAI 1, solo domenica, si dava per certo di aver reperito, con una fantomatica spending review, addirittura un miliardo di euro (sic!).

Non resta che augurarsi che il prodigioso amministratore mantenga anche la delega all’economia per risolvere tutti i problemi finanziari e non della Sicilia.

Per quanto mi riguarda il lavoro a difesa dell’autonomia finanziaria della Sicilia e’ sotto gli occhi di tutti e procedero’ nelle sedi opportune contro la diffamazione ed altre contumelie, da chiunque esse provengano. Ma quel che e’ grave e’ che si cerchi di turlupinare i cittadini di fronte alla drammatica situazione finanziaria, e che puntualmente abbiamo rappresentato con il Ragioniere generale (anch’egli oggetto di strali), con affermazioni totalmente false.

Durante una campagna elettorale che ha colpevolmente omesso di trattare i temi finanziarii - centrali per il futuro della Sicilia e sui quali ho indicato i problemi e le possibili soluzioni - siamo stati, con competenza, informati su abitudini sessuali che attengono esclusivamente alla sfera privata,  allo stesso modo, oggi, si trattano temi delicati quali quelli della situazione finanziaria  della Sicilia, solo che adesso in modo improvvisato e delirante.

Nonostante la mia ripetuta disponibilità, chi oggi ha parlato si e' sottratto, pervicacemente, al confronto del passaggio delle consegne che avrebbe reso chiari numeri che non si vogliono intendere.
La relazione sulla situazione finanziaria, di cui da tempo ho anticipato i contenuti, e che ho doverosamente inviato e reso pubblica, e' un atto di correttezza istituzionale che dispiace solo a chi fa finta di non capire.

Non ce ne faremo una ragione. Sia chiaro a tutti che i numeri vengono prima della politica, sopratutto di quella parolaia e specie in Sicilia!

Da ultimo mi viene il sospetto che forse l'ex sindaco di Gela non dimentica che ero il legale di controparte nel giudizio su quell'elezione non priva di questioni che destarono perplessità. La stessa elezione che il giornalismo d’inchiesta di Panorama oggi porta all’attenzione del Paese e sulla quale i cittadini si aspettano i dovuti chiarimenti.

Gaetano Armao

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>