Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Esteri

Cina a luci rosse: lo schianto di una Ferrari, due donne nude e il figlio di un funzionario del Partito

Dopo Bo Xilai il Partito colpisce anche Ling Jihua: colpevole di non aver trasmesso al figlio i "sani valori della Cina tradizionale"

Ling Jihua insieme a Hu Jintao – Credits: AP Photo/Andy Wong

Forse lo sfruttamento sempre più massiccio della rete e dei social network qualcosa l'ha cambiato davvero. Anche nella Repubblica popolare. Non tanto dal punto di vista dell'accessibilità delle informazioni, quanto su quello della facilità con cui i cinesi possono raccontarsi fatti che hanno visto con i loro occhi ed essere poi liberi di usare la fantasia per ricostruirne i retroscena. Soprattutto quando si tratta di questioni "delicate".

Per far calare il "silenzio assoluto" su una vicenda al Partito è sempre bastato imporre ai giornali di non far circolare una notizia. Oggi, invece, per quanto la polizia informatica si sforzi di cancellare qualsiasi commento che possa innescare una discussione "imbarazzante", i burocrati di Pechino si sono resi conto che, in certi casi, complice la crisi di credibilità che il Partito sta vivendo, il silenzio si rivelerebbe controproducente.

Lo dimostra la gestione del caso "Ferrari", innescato da un incidente e conclusosi con un'epurazione che richia di compromettere il futuro politico dell'attuale Presidente Hu Jintao.

Il 18 marzo scorso, nel cuore della notte, una Ferrari si è schiantata contro un muro della capitale. Il conducente non è riuscito sopravvivere, le due ragazze che erano con lui sì. Sull'incidente è calato immediatamente il silenzio, portando i blogger a smettere di criticare "semplicemente" i figli dei ricchi cresciuti senza valori immaginando che almeno uno dei tre giovani coinvolti fosse una figura "da proteggere".

Un'indagine segretissima sarebbe stata portata avanti comunque dal partito, ma la scelta del silenzio ha reso necessario dare una risposta alla popolazione. Già scossa dallo scandalo Bo Xilai. E immaginare poi una punizione esemplare per gli eventuali colpevoli.

E così la verità, anche se con sei mesi di ritardo, è arrivata. La Ferrari era guidata da Ling Gu, il cui corpo è stato estratto dalle lamiere completamente nudo. Con lui due ragzze, una uigura e una tibetana. Una cmpletamente e l'altra solo parzialmente nuda. Una è rimasta paralizzata, l'altra gravemente ferita.

Prima di rivelare particolari tanto piccanti, però, i cinesi sono stati informati del fatto che Ling Jihua, Capo della Segreteria di Hu Jintao, era stato "improvvisamente sostituito" per andare a ricoprire un incarico onorifico. Il collegamento tra questa epurazione di basso profilo e l'incidente è stata immediata. E, spera il Partito, i cinesi saranno stati soddisfatti di sapere che un padre che non è stato in grado di crescere il figlio "come si deve" è stato rimosso da una poltrona tanto delicata...

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Caso Bo Xilai: la rivincita dei riformisti

Capire cosa stia succedendo nella Repubblica popolare in questo periodo è molto difficile. Ma nuovi elementi fanno pensare che il futuro dell'ex segretario di Chongqing sia ormai stato deciso

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>