Passano i giorni e si moltiplicano i dubbi sulle opere di consolidamento effettuate o meno a norma sugli edifici delle località del Centro Italia colpite dal sisma. Un ingegnere libero professionista di 32 anni, Gherardo Gotti, ha analizzato le foto trovate su Internet relative alle case e ai palazzi crollati durante il terremoto del 24 agosto scorso. Lui, che nel 2012 ha preso parte come ingegnere volontario alle perlustrazioni effettuate nelle zone terremote dell'Emilia Romagna insieme ai vigili del fuoco, adesso fa un'analisi su quello che resta di alcuni edifici sbriciolatisi le scosse più violente del sisma.


"Per placare un po' quel senso di impotenza... Non potendo fare altro, il mio contributo di solidarietà a chi soffre, sperando che possa essere d'aiuto, e che possa smuovere qualche coscienza", scrive Gherardo Gotti di Pieve di Cento (Bologna) sulla pagina Facebook visitata, per ora, da oltre 8 mila di persone e a cui l'ingengnere risponde. "Mi state scrivendo in tantissimi. Per cui, senza nessun secondo fine, (...) sarà possibile commentare e creare un dibattito costruttivo".

LEGGI ANCHE: Terremoto in Centro Italia: Amatrice, un centro cancellato dal sisma - FOTO LEGGI ANCHE: Terremoto in Centro Italia: Accumoli non c'è più - FOTO LEGGI ANCHE: Terremoto in Centro Italia: Pescara del Tronto, la frazione devastata - FOTO


Quelle pubblicate da Gotti sul suo profilo sono solo alcune delle immagini su cui si baseranno anche le indagini degli inquirenti che dovranno andare a fondo sul tragica vicenda che ha fatto centinaia di morti.

© Riproduzione Riservata

Commenti