Magazine

Un quarel per l'Emilia - per aiutare i nostri amici di San Felice

Da bravi veneti, volevamo dare una mano ai nostri amici e vicini emiliani colpiti dal terremoto. Ma la nostra domanda era: come facciamo?

Da bravi veneti, volevamo dare una mano ai nostri amici e vicini emiliani colpiti dal terremoto. Ma la nostra domanda era: "come facciamo? come possiamo evitare che il nostro aiuto vada disperso? o che i soldi che mandiamo finiscano a qualche banca che li presterà a tassi irragionevoli?". Purtroppo sappiamo che c'è una parte d'Italia che specula sulle tragedie. Ma c'è una parte che si rimbocca le maniche e fa tutto quel che può. Il 18 giugno assieme a Luciana, Elisa e Simone, ci siamo recati a San Felice sul Panaro (MO) dove abbiamo incontrato la maestra Silvia Marchesini che ci ha fatto visitare alcune zone di S.Felice distrutte dai terremoti che hanno colpito l'Emilia a partire dal 20 maggio scorso. Silvia ci ha presentato Giulia Orlandini, Assessore alla Scuola - Politiche Giovanili - Cultura - Libere Forme Associative del Comune, e Alessio, rappresentante dei genitori per la Scuola. L'incontro con Silvia, Giulia e Alessio ci ha fatto capire che gli aiuti che daremo direttamente a loro sono in ottime mani. Abbiamo quindi deciso di dare vita alla iniziativa "Un Quarel par l'Emilia", per informare i nostri amici veneti (sulle tv nazionali si faticano a cogliere molti aspetti di quest'emergenza) e per dare un aiuto concreto ai nostri amici emiliani. www.unquarelparlemilia.it

© Riproduzione Riservata

Commenti