Economia

Per governare bisogna convincere i giovani trader

E anche i nostri azionisti e creditori sulle ricette di riduzione del debito

“Mi spieghi come faccio a dire ad un giovane trader di stare lungo sull’Italia se Mario Monti va via!”. Fine ottobre, cena a New York con banchieri d’affari Usa che detengono parte del debito sovrano dell’Italia. La discussione si infiamma quando si parla di elezioni e del dopo Monti. L’espressione gergale “stare lungo” significa mantenere il titolo Italia in portafoglio. Questo, con non poca approssimazione, guida verso l’alto (vendita) o il basso la percentuale maggiore di interessi che l’Italia paga per i soldi chiesti in prestito (lo spread) rispetto a quanto pagano i tedeschi. L’Italia ha cioè uno strumento fondamentale della politica (l’emissione del debito) mortificato dai criteri privati di remunerazione del personale: il giovane trader otterrà, o no, il suo bonus se la sua banca guadagnerà sull’Italia.

La sovranità dell’Italia, in questo campo, non esiste per chiunque arrivi. La campagna elettorale italiana dovrebbe svolgersi in inglese. Gli italiani capirebbero poco ma i nostri aspiranti primo ministro, tutti leciti in democrazia, avrebbero finalmente l’opportunità di spiegare ai nostri azionisti/creditori le ricette di riduzione del debito e di crescita. Bisogna convincere il giovane trader per governare.

© Riproduzione Riservata

Commenti