Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Economia

Amazon sfida Apple nella vendita degli smartphone

Ma la competizione tra i giganti dell'informatica avvantaggia soprattutto i consumatori

Jeff-bezos

Jeff Bezos, ceo e fondatore di Amazon – Credits: ANSA

Due colossi dell'informatica sono pronti a sfidarsi sul mercato. Si tratta di Apple e Amazon, e il terreno scelto per la tenzone è quello della commercializzazione di smartphone . Apple è già leader indiscussa del settore grazie al successo planetario dell'iPhone, solo minimamente scalfito da concorrenti come Smasung, Nokia e Blackberry, e potrebbe sembrare azzardato che Amazon abbia deciso di sfidarla proprio nell'ambito in cui è più forte, abbandonando la nicchia della vendita online di libri in cui domina da anni.

In realtà, la scelta non è così temeraria. Basta confrontare la capacità delle due multinazionali di ricavare profitti per capire perché. Nel grafico della settimana pubblicato da Business Insider il dato che balza all'occhio a prima vista è uno: Apple ottiene ricavi enormi dal mercato degli smartphone, mentre Amazon non riesce a fare lo stesso nel proprio settore principale.

La ragione è semplice: per Amazon la vendita di apparecchi elettronici (come il popolare lettore Kindle) a basso costo è funzionale a commercializzare più software e accessori, come ebook e applicazioni. Per Apple, vale il contrario: i prodotti disponibili su iTunes servono per attirare clienti interessati ad acquistare iPhone e iPad. Ed è per questo che Amazon sinora ha venduto sottocosto i propri strumenti, mentre Apple ha mantenuto alti margini di profitto.

Chi sarà vincitore? Probabilmente, per una volta, a guadagnarci saranno i consumatori, che potrebbero trarre vantaggio da un po' di sana competizione tra i due giganti dell'informatica.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>