Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Libri

"Di tutte le ricchezze", il nuovo romanzo di Stefano Benni

Un vecchio professore si ritira in campagna e la sua vita viene trasformata da Michelle, una giovane donna che lo richiama alla vita

stefano benni

Stefano Benni – Credits: Olycom

Passato il periodo “di pausa forzata” (come lui stesso lo ha definito), l’autore di Bar Sport (Feltrinelli) è tornato con Di tutte le ricchezze (Feltrinelli), un romanzo che parla della nuova vita di Martin, un vecchio professore universitario che decide di ritirarsi in campagna.

Il protagonista ha come unica compagnia un cane chiamato Ombra (sostantivo che si ritrova spesso nelle opere di Benni), che proprio come tutti gli altri animali del bosco circostante ha il dono della parola, esempio delle tipiche e sempre affascinanti costruzioni fantastiche dell’autore. Martin, nella sua solitudine e nei suoi dialoghi con le creature, si riconcilia con il passato, imparando a convivere con il vuoto e con la nostalgia per il figlio. Riesce nell’intento perché si trova in quella stagione della vita che “ti permette di desiderare senza prendere, di ammirare senza sfregiare, di soffrire senza far male agli altri”.

A dare una scossa alla situazione di pace ritrovata ci pensa una coppia in fuga dalla città che si trasferisce non molto lontano da Martin. Sono un pittore e mercante d’arte e la sua giovane e bella moglie, Michelle, che immediatamente scatena nel vecchio professore un risveglio di sensi e di emozioni che credeva sopite.

Di tutte le ricchezze esce a un anno di distanza da La traccia dell’angelo , pubblicato da Sellerio, in cui si raccontava una storia di malattia, vissuta in ospedale, e del sofferto rapporto del protagonista con i medici e le cure. Nella storia di Martin, invece, c’è il raccoglimento e la riflessione della vecchiaia, che non lascia però le porte chiuse ai viaggi di fantasia, al flusso delle emozioni e delle sensazioni.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>