Diego Cusumano nella sua antica tenuta
Food

Cusumano, il vino che conquista 62 Paesi

Cresce l'export dell'azienda vitivinicola siciliana: 500 ettari di vigne antiche

“Ho la fortuna di essere siciliano, di vivere in una terra meravigliosa, generosa, unica e fertile”. Diego Cusumano (foto) è un imprenditore vitivinicolo appassionato, che con il fratello Alberto gestisce, dal 2001, 517 ettari di vigneti in varie zone della Sicilia. Un progetto nato per coniugare il meglio di quello che la Sicilia può offrire con i suoi vitigni e le straordinarie differenze territoriali, con l’innovazione di una proposta che va incontro ai mutati gusti dei consumatori. Tradizionali nella produzione e creativi nella comunicazione, secondo il claim che l’azienda ha scelto di utilizzare sin dalla nascita. “Siamo degli artigiani, come tutti quelli che lavorano con le risorse naturali della terra”, racconta ancora Diego Cusumano. “Con un obiettivo importante: ottenere una produzione di alta qualità che abbia però una forte dose di autenticità, nel senso che deve rispettare e raccontare il territorio da cui proviene, con la sua cultura e le sue caratteristiche.”. E non a caso il vino prodotto nei 500 ettari di vigneti ha peculiarità uniche a seconda del territorio da cui proviene. Il cuore dell’azienda è però la nuova cantina di Partinico (Palermo) ricavata da un antico baglio e ristrutturata con uno stile che fa incontrare tradizione e design contemporaneo, con una parte dedicata agli eventi e una sala degustazione. “Il miglior marketing che possiamo fare ai nostri vini è portare le persone in Sicilia a scoprire i suoi sapori, i suoi profumi, i suoi colori. Tutte sensazioni che poi si sintetizzano nei nostri vini”, racconta ancora Diego Cusumano. Una strategia di marketing che dà i suoi frutti, visto che di fatto il 50 per cento di tutta la produzione dei Cusumano va all’estero, in oltre 62 paesi in tutte le parti del mondo. Grazie alla penetrazione all’estero ma anche alla sempre maggiore attenzione del mercato verso i vini di qualità la Cusumano è in continua crescita.

 

 

 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Vinitaly, è ora di puntare sul digitale

Siamo primi del mondo. Ma il podio è instabile e servono nuovi sbocchi. Per questo Vinitaly lancerà una piattaforma di ecommerce puntando soprattutto alla Cina, dove ci aspettano 190milioni di clienti

Un Vinitaly molto pop

Sono tante le novità in occasione del Vinitaly 2013. Solo etichette e annate? Non proprio, come ha dimostrato l’insolito, ma simpatico, binomio enologico tra Rocco Siffredi e il pilota Jarno Trulli.

Il pop sbarca al Vinitaly anche in chiave …

Commenti