sport

Curva Lazio, cori discriminatori contro Bakayoko

Un coro cantato dalla Curva Nord della Lazio, ripreso con un telefonino e poi caricato sui social. Si vede e sente un intero settore dello stadio Olimpico intonare in maniera ritmata "Oh oh oh oh, questa banana è per Bakayoko". Riferimento evidente al caso Acerbi, che ha visto protagonista negativo il giocatore del Milan al termine della sfida di campionato vinta dai rossoneri nella 32° giornata. Coro che è difficile non classificare come discriminatorio.
Non c'è alcun ululato o insulto diretto, ma il riferimento alla banana è chiaro e, da quanto si vede nel video (Credit Twitter @WhoisLeoliNo), poi rimosso, ripetuto da una parte non marginale della curva laziale.
Quel coro non è stato segnalato dagli ispettori della Procura della Federcalcio e non ha trovato alcuna menzione nel dispositivo del Giudice Sportivo Mastrandrea. Come se non fosse mai avvenuto, nemmeno per classificarlo non punibile in mancanza di una reale dimensione e percezione (cosa tra l'altro difficile da sostenere da quanto si vede e sente nel video).
Nei giorni delle polemiche, anche politiche, per il brutto finale di Milan-Lazio con dichiarazioni di condanna e richiesta di punizioni esemplari per Bakayoko e Kessié, colpevoli dell'esposizione della maglia di un avversario come trofeo, è opportuno che la Figc si muova per evitare che gli stadi italiani restino terra di nessuno e si insinui il sospetto che la tolleranza zero segua l'onda l'onda emotiva delle polemiche. Le regole ci sono, in questo caso c'è anche la prova televisiva. Coraggio. Si può fare.
Ti potrebbe piacere anche