Notizie

Controlliamo Massa, il video che inguaia il Napoli

Senza sapere di essere ripreso e registrato il capo della comunicazione del Napoli racconta un retroscena incredibile contro l'arbitro che ha espulso Insigne

E' una storia surreale. Senza sapere di essere col microfono e i collegamenti di Zoom aperti prima della conferenza stampa di presentazione del calendario del Napoli, Insigne e Nicola Lombardo (capo della comunicazione) parlando dell'espulsione rimediata in Inter-Napoli. Quella del 'Vai a cagare' a Massa con una giornata di squalifica. La cosa clamorosa è che Lombardo spiega a Insigne di avere ordinato a un giornalista napoletano (Carlo Alvino) di avviare una campagna contro l'arbitro invitando tutti i napoletani a "controllare" ogni sua mossa in campo. E si vanta pure che l'hastag #ControlliamoMassa sia finito in tendenza sui social network. Una versione online da capopolo sulla quale la Figc potrebbe e dovrebbe accendere un faro. A meno di non ritenere prassi normale e accettabile che un arbitro sgradito (tra l'altro sapendo di essere nel torto come lo stesso Lombardo spiega a Insigne a inizio video) possa essere esposto a pubblica contestazione per cercare di confondere le acque e ottenere un qualche favore successivo.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti