X Factor 9 Skin e Margherita
Televisione

X Factor 9, Margherita: "Esco dal talent senza rimpianti"

La cantante perde contro Luca. Skin resta in gara con una sola concorrente

Mai dare nulla per scontato. In un talent basta un imprevisto e il percorso prende una piega inaspettata. Non c’è nulla di lineare e, salvo rare eccezioni come Chiara o Lorenzo Fragola, anche a X Factor può capitare di entrare in gara da papi per uscirne da cardinali. È un po’ quello che è capitato a Margherita Principi, che era una delle favorite del mega show di Sky Uno, complice il botto fatto alle Audizioni, con le opinioni unanimi dei giudici e curiosità spinta per questa 16enne pesarese dalla voce e dal mood tanto speciale. Ma al terzo ballottaggio consecutivo, le scelte musicali di Skin, il suo giudice, si sono rivelate davvero poco comprensibili – allarme rosso per lei, che già perso due dei suoi tre concorrenti - e così ieri sera ha dovuto lasciare la gara dopo la deludente sfida contro Luca. Rimpianti? Nessuno. “Me la sono goduta”, ammette a Panorama.it

Margherita, sei partita come una delle favorite ma il ballottaggio ti ha perseguitato. Cos’è successo?

Non sapevo di essere una delle favorite e mi dispiace che di non essermi confermata tale, ma sono onorata perché c’è chi ha creduto e crede in me. In ogni caso sono felice di aver emozionato, nonostante il finale non bellissimo. Difficile dire cosa non abbia funzionato…

Forse le assegnazioni. In molti hanno criticato le scelte di Skin.

Avrei voluto cantare pezzi diversi e non tutti i brani sono stati azzeccati. Ma non recrimino: resto una super fan di Skin e spero di continuare un percorso artistico con lei.

L’impressione, almeno da fuori, è che il meccanismo televisivo stia penalizzando il tuo giudice. È così?

Che sia alle prime armi con il meccanismo di un talent l’ha ammesso anche lei. Più volte ci ha detto di sentirtisi completamente nuova e forse ha capito solo dopo qualche puntata che c’è molta competizione.

C’è parecchio feeling tra di te e Skin?

Sì, è scattato al primo sguardo quando sono salita sul palco per le Audizioni. Tremavo moltissimo, lei mi ha capita.

Tu invece come l’hai vissuto X Factor?

Io me la sono goduta e non ho rimpianti. Ho dato tutto quello che potevo di me stessa, nei limiti dei miei 16 anni.

Capitolo critiche. C’è chi ti ha accusato di essere un po’ costruita e di voler fare l’alternativa col tuo dulcimer.

Salire su un palco come X Factor e pensare di costruirsi un personaggio è sbagliato. Riesci a esprimerti se sei quella che sei, sennò affondi. Io sono sempre stata me stessa. Le critiche ci sono e ci staranno sempre perché è un mondo complicato e difficile quelle musicale.

Però il dulcimer non ti ha portato molta fortuna…

(ride) Ma non volevo fare l’alternativa o farmi notare. Lo suono da qualche anno ormai, così come il pianoforte, e mi è sembrato naturale portarlo alle selezioni.

Il ricordo più bello che ti porti a casa da X Factor?

L’emozione della prima Audizione. E l’amicizia con alcuni dei ragazzi. Mi mancano già tutti: ieri sera entrando in camerino ho trovato tre lettere e mi sono commossa. Non trovavo la mia sciarpa, poi ho scoperto che l’aveva presa Enrica per tenersi un ricordo di me e lei mi ha regalato la sua.

Chi vorresti che vincesse?

Non saprei fare previsioni, perché non c’è nulla di scontato: conta il percorso, la crescita delle Audizioni in poi. Io sono legatissima a Enrica e Giosada e tifo per loro.

Avevi detto che per affermarti andresti anche in capo al mondo. Al netto della delusione post eliminazione, è ancora così?

Voglio viaggiare e fare musica e continuerò a farlo: ho solo 16 anni e tanta strada da fare. Chi mi ferma a me? (dice ridendo)

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti