Televisione

X Factor 13, Mariam Rouass: "Il bello di lavorare con Sfera"

Intervista alla prima eliminata del talent show di Sky Uno, condotto da Alessandro Cattelan. Mariam Rouass era nella squadra delle Under Donne di Sfera Ebbasta

Mariam Rouass X Factor 2019

Francesco Canino

-

Una notte insonne, l’adrenalina del dopo show e l’amaro in bocca per aver assaporato solo per qualche ora quel palco che può cambiarti per sempre la vita. È stanca ma soddisfatta Mariam Rouass, la parrucchiera 18enne di Bergamo, che ha sfidato i pregiudizi e l’ostilità della famiglia pur di realizzare il suo sogno: sfondare come cantante. Il suo percorso a X Factor 2019 è finito dopo una sola puntata, quella del 24 ottobre, ma lei torna a casa con le tasche piene di speranza e il sostegno del suo giudice, Sfera Ebbasta: “Sei già una star”, ha sentenziato il re della trap italiana, che da giudice e capitano delle Under Donne ha dovuto affrontare lo scontro inaspettato tra due concorrenti del suo team, quello tra Giordana e Mariam, che poi ha perso al ballottaggio contro Enrico di Lauro.

Mariam, te l'aspettavi di uscire alla prima puntata?

No, non me l’aspettavano. In tutta sincerità pensavo di uscire alla seconda. Infatti quando è arrivato il verdetto ero destabilizzata. Ma evidentemente al pubblico non sono piaciuta.

La scelta della traccia, Juice di Lizzo, una hit molto recente, pensi che abbia influito sul giudizio del pubblico?

Credo che il pubblico italiano rimanga più colpito da una ballad perché ti comunica meno divertimento ma più emozioni. Comunque non mi pento di com’è andata: alle prove con Sfera ci siamo confronti e abbiamo concordato sul fatto che era la canzone giusta per aprire X Factor 2019.

Sfera Ebbasta ha espresso un giudizio molto positivo: “Sei già una star”, ti ha detto a fine esibizione. Dopo la puntata invece era molto arrabbiato: l’hai sentito?

Purtroppo mi hanno portato via, mi hanno quasi rapita, e non ho avuto la possibilità di parlarci. Però mi ha scritto un messaggio che ho visto appena sono arrivata in hotel e gli ho risposto stamattina: secondo lui il pubblico non ha capito che le mie potenzialità come cantante e lo farà più avanti. In pratica mi ha consigliato di non mollare.

Che rapporto hai avuto con lui?

Abbastanza amichevole. L’hanno criticato un sacco ma è fantastico, socievole, puoi trovarti molto facilmente a tuo agio. Lavorare con lui è una figata, bilanciava le mie insicurezze e quelle di tutte le Under Donne: per questo l’ho, anzi, l’abbiamo apprezzato dal primo momento.

Mara Maionchi invece ha sollevato un dubbio: ha detto che tu eri “troppo bella” per rendere credibile la canzone.

L’adrenalina su palco è molto forte, dunque è complicato capire bene tutto in quel momento. Poi ho capito dopo cosa intendeva dire Mara, ma questa cosa della bellezza è relativa, fare quel bravo e farlo all’altezza dell’originale è impossibile. Io l’ho interpretato alla mia maniera e ne sono soddisfatta.

Hai raccontato di avere un rapporto complicato con la tua famiglia perché loro non sono totalmente d'accordo con la tua passione per la musica. Li hai sentiti?

Non ho ancora sentito nessuno perché ho finito la ricarica del telefono. Prima di entrare nel loft ho salutato mia mamma da lontano, poi non l’ho più vista. In ogni caso sono sicura che è fiera di me.

Chi merita di proseguire la gara?

Mi hanno colpita molto Davide e Lorenzo: a livello di timbro sono due cantanti pazzeschi e meritano di andare avanti.

Per saperne di più: 

© Riproduzione Riservata

Commenti