Televisione

The Voice 2019: c'è anche Gigi D'Alessio, ecco la giuria

Simona Ventura annuncia i quattro coach della nuova edizione del talent di Rai 2, dal 16 aprile. I giudici sono Elettra Lamborghini, Gué Pequeno, Morgan

Gigi D'Alessio The Voice 2019

Francesco Canino

-

Dopo il clamoroso "caso" dell'esclusione di Sfera Ebbasta e il rischio di una cancellazione dai palinsesti, a un mese della messa in onda Simona Ventura ha ufficializato il cast di The Voice of Italy 2019: il quarto e ultimo giudice del talent show di Rai 2 sarà dunque il cantante napoletano Gigi D'Alessio. Ecco tutte le novità.

The Voice 2019: c'è anche Gigi D'Alessio, ecco la giuria

"Habemus giuriam! È con grande soddisfazione che annunciamo gli attesissimi quattro coach di The Voice of Italy". Comincia così il post con cui Simona Ventura ha annunciato i quattro giudici della nuova edizione di The Voice, il talent musicale al via dal 16 aprile. "Ai già ottimi Elettra Lamborghini, il rapper Gué Pequeno e Morgan, si aggiunge Gigi D’Alessio. Quattro artisti e quattro modi di intendere la musica complementari, ma diversi! Ora sì che la musica torna a battere su Rai2", chiosa la conduttrice. 

Dopo le polemiche e lo stop preventivo a Sfera Ebbasta, il re della trap idolo dei giovanissimi, Rai 2 ripiega dunque su un volto ultra pop della canzone italiana. Una scelta giusta? Assolutamente sì. Per almeno due motivi. Il primo è che D'Alessio porterà in dote una popolarità più larga (sul fronte ascolti una scelta corretta) e gusti musicali più trasversali (anche solo rispetto a quelli di Morgan o del rapper Gué Pequeno), e secondo perché non ha mai partecipato come giurato a un talent e così metterà le sue competenze musicali al servizio del programma in maniera nuova rispetto ad altri colleghi.

Le selezioni di The Voice of Italy - un format Talpa Global, prodotto da Rai2 con Wavy (una unit di Fremantle) - sono intanto ancora aperte e il limite minimo di età per accedere ai provini è di 16 anni. I casting sono aperti non solo ai solisti ma anche a formazioni vocali fino a tre elementi. I candidati dovranno allegare alla mail 2 tracce audio formato mp3 (due cover, una in italiano e una in inglese) e/o dei link a una o più performance canore. 

 

Il no di Carla Bruni a Freccero

Con D'Alessio si chiude dunque la questione giuria, dopo un mese decisamente travagliato per il direttore di Rai 2 Carlo Freccero che prima ha dovuto incassare il no del dg Rai Fabrizio Salini su Sfera Ebbasta, poi quello di Carla Bruni. Come rivelato dall'Agi, infatti, l’ex Prèmiere Dame francese ha rifiutato a "causa troppi impegni lavorativi concentrati in questo periodo", come ha spiegato lo stesso Freccero. Da più parti, a Viale Mazzini, si dice però che l'accordo sarebbe saltato per via del cachet troppo alto. 

Per saperne di più: 

© Riproduzione Riservata

Commenti

Cookie Policy Privacy Policy
© 2018 panorama s.r.l (gruppo La Verità Srl) - Via Montenapoleone, 9 20121 Milano (MI) - riproduzione riservata - P.IVA 10518230965