Televisione

Buon compleanno Pippo: la festa per i 60 anni di carriera di Baudo

Rai 1 celebra il conduttore con una doppia festa - per gli 80 anni di tv e l'83esimo compleanno - in onda venerdì 7 giugno. Fiorello e Jovanotti tra gli ospiti

Pippo Baudo

Francesco Canino

-

Senatore della tv, decano del piccolo schermo, istituzione dello spettacolo, reuccio di Festival, mattatore di una televisione che non c'è più. Comunque lo si definisca, non c'è possibilità di sbagliare errore: da qualunque prospettiva lo si guardi e lo si etichetti, Pippo Baudo resta l'inarrivabile istituzione vivente della tv italiana. Anche per questoo Rai 1 gli dedica una doppia festa - per i 60 anni di televisione e per l'83esimo compleanno da poco celebrato - dal titolo Buon compleanno Pippo!, in onda venerdì 7 giugno, quattro ore di grande show e ospiti blasonati.

Buon compleanno Pippo!, la grande festa di Rai 1 per Baudo

Nell'aprile del 1960, Antonello Falqui, che lo aveva appena provinato, scrisse di lui: "Baudo Giuseppe di anni 24. Fantasista. Buona presenza. Buon video. Discreto nel canto. Suona discretamente il pianoforte. N.B.: può essere utilizzato per programmi minori". 60 anni dopo Pippo Baudo - nato Giuseppe Raimondo Vittorio Baudo -ancora ruggisce (anche se oggi ha la dolcezza di una tigre stanca), complici sei decenni vissuti da protagonista assoluto della tv italiana, sempre fantasista e mai mediano.

Baudo non si è accontentato di surfare sul successo - benché qualche tonfo clamoroso ci sia stato, come l'approdo all'allora Fininvest da cui scappò con in mano un contratto da direttore artistico, pagando una penale altissima - ma ha lanciato format, inventato personaggi ("l'ho inventato io!"), si è sporcato le mani (quando è stato necessario), è caduto e si è rialzato (dopo l'esperienza a Mediaset tornò da Mamma Rai "accontentandosi" di Rai 3), sempre imprimendo il suo stile sfumato di orgoglio nazionalpopolare


Baudo, la storia della tv e della Rai

Insomma, Baudo ha intrecciato la sua storia professionale e umana con quella della Rai e dunque con quella dell'Italia intera, conquistandosi sul palco i galloni da "reuccio del piccolo schermo" cui Rai 1 tributa il dovuto omaggio con Buon compleanno Pippo!, in onda della 20.35. E in fondo la tv di Stato omaggia a se stessa perché perché Baudo e pochi altri incarnano l'essenza della tv pubblica, con una sovrapposizione a tratti visibilmente identitaria. "Crescevo io, crescevano i miei programmi. Io studiavo e ciò che studiavo lo mettevo nei miei programmi che sono stati tantissimi", ha raccontato il conduttore incontrando i giornalisti e il direttore di Rai 1, Teresa De Santis, per lanciare lo show evento. 

Sessant'anni di carriera, dal bianco e nero al colore, l'attitudine innata a mescolare l'alto e il basso, le feste in piazza (dove ha conosciuto e conquistato la pancia del paese reale) e i fasti dei grandi Festival di Sanremo, il varietà come non si fa più, Domenica In e il preserale (che gioiello Luna Park!), gli ascolti stellari dei Fantastico e la nicchia artigianale con Novecento, che considera il suo programma più riuscito. "Tutto quello che ho volevo fare, l'ho fatto. Sono sempre stato accontentato. Non ho rancori, amarezze o rimpianti. Ho solo gioie. Se c'è qualcuno che mi ha deluso? Io faccio le cose per farle, se arriva la riconoscenza, è qualcosa in più". Il suo desiderio per la Rai? "Che continui ad offrire la vera televisione. La Rai deve mantenere l'orgoglio di essere la prima tv". 

Buon compleanno Pippo!, tutti gli ospiti

C'è anche Fiorello tra gli ospiti di Buon compleanno Pippo!, lo show evento in onda venerdì 7 giugno su Rai 1 dalle 20.35 dagli studi Fabrizio Frizzi di Roma, dove saranno presenti molti artisti famosi da Jovanotti, a Michelle Hunziker, da Albano e Romina Power a Gigi D’Alessio e ancora Tullio Solenghi, Massimo Lopez, Anna Tatangelo, Giancarlo Magalli, Ficarra e Picone.



Non potevano mancare Lorella Cuccarini, Giorgia e Laura Pausini, due "creature baudiane", che ripercorreranno con lui le tappe principali della sua lunga e strepitosa carriera, tra aneddoti ed esibizioni dal vivo con l’orchestra diretta dal maestro Bruno BiriacoBuon compleanno Pippo sarà anche l’occasione per rivedere filmati storici e memorabili gag con colleghi del mondo dello spettacolo.

Per saperne di più: 

© Riproduzione Riservata

Commenti