Televisione

Amici 17: i fan di Biondo insultano Heather Parisi, scoppia il caso

Dopo le polemiche in tv e sui social, la produzione interviene con un duro comunicato. Heather Parisi parla di "ingnobile gioco al massacro"

Biondo Amici 17

Francesco Canino

-

Nell'era degli haters, ovvero degli odiatori seriali che intasano i social network di banalità impastate con insulti e cretinate varie, anche Amici 17 deve fare i conti con le reazioni esagerate che si scatenano in tempo reale sul web, gonfiandosi con un effetto valanga. A innescare la miccia, è stato il duro faccia a faccia durante la seconda puntata del serale tra Heather Parisi e Biondo, uno dei cantanti in gara: l'atmosfera si è fatta così tesa che la produzione è dovuta intervenire.

Amici 17, le minacce contro Heather Parisi

"La produzione Fascino Pgt desidera esprimere la massima solidarietà a Heather Parisi in merito agli attacchi personali da lei ricevuti sui suoi profili social da parte di sedicenti fan dell’artista conosciuto come Biondo". Comincia così il netto comunicato con cui la produzione di Amici ha condannato le minacce subite da Heather Parisi e da sua figlia, dopo le critiche espresse a Biondo.

A rivelare gli insulti che le sono piombati addosso nelle ultime settimane è stata la Parisi, rea di aver espresso anche via social il suo giudizio artistico (non personale) contro il cantante. "Vogliamo precisare che Biondo è evidentemente estraneo ai fatti, come già sottolineato da Maria De Filippi durante la diretta di sabato 21 aprile, poiché com'è noto, ai ragazzi presenti al serale è assolutamente vietato sia avere contatti con l’esterno che accedere al web".

"Il video citato in trasmissione da Biondo gli è stato infatti mostrato in settimana dalla produzione, affinché lui potesse sapere a cosa si riferisse la Parisi quando ne aveva fatto riferimento nella puntata precedente. La produzione si augura che il clima si rassereni e che le parti coinvolte possano ritrovare un sereno spirito di partecipazione al programma".

Biondo prende le distanze dai fan violenti 

Nell'ultima puntata del serale, Heather Parisi c'era andata giù pesante contro Biondo, prima accusandolo di barare per via dell'uso dell'autotune durante le sue canzoni: "Stai imbrogliando, tu non canti, stai ammettendo di non saper cantare usando una macchinetta che ti rende intonato".

Poi la showgirl ha rincarato la dose scagliandosi contro gli haters: "Tu mi hai anche chiamata hater, hater vuol dire odiare/odiosa. Tu hai una responsabilità con tutti i ragazzini in Italia. Mia figlia è stata minacciata di essere picchiata a sangue dai tuoi fan, perché in un video mi diceva che non gli piaci perché non sai cantare".

A stretto giro di risposta era arrivata la replica di Biono: "Io mi estraneo dalle mie fan che hanno aggredito la figlia di Heather. Voglio incoraggiare questi fan che hanno fatto questa cosa di non essere miei fan: non è il messaggio che voglio che passi. È stato sbagliato sia associarmi a questo spiacevole episodio: questa gente dovrebbe smettere di seguirmi”.


La mamma di Biondo contro la Parisi 

"Qualcuno fermi questo ingnobile gioco al massacro". Comincia così il post in cui Heather Parisi è tornata ad esprimersi pubblicamente dopo il comunicato della Fascino. "Ho assistito incredula a una violenza nei confronti miei e della mia famiglia che non ha nessuna giustificazione. Ne è complice chi la ignora, chi pretende di spiegarla con la provocazione, chi cerca inutile visibilità e chi la concede inseguendo stupidi scoop, chi la alimenta con l'arroganza delle proprie idee e il discredito di quelle altrui".

"Ciascuno si assuma la propria responsabilità e fermi questo ignobile gioco al massacro prima che accada l'ennesima tragedia attribuita all'iniziativa di uno squilibrato solitario con tanti complici". Intanto, nella polemica è entrata a gamba tesa anche Maria Assunta Pizzoli, la mamma di Biondo, con una lunga lettera pubblica in cui invita la Parisi a scusarsi con il figlio.

"L’aspetto più deplorevole nel suo comportamento è che lei abbia approfittato della posizione privilegiata di donna di spettacolo, nonché giudice della trasmissione, per esercitare in modo crudele e immotivato quell’attacco ad un ragazzo di 19 anni. Benché lei non abbia dimostrato che l’aggressione nei confronti di sua figlia abbia avuto in Simone l’esecutore materiale o il mandante morale, lo ha rimproverato aspramente come se ne fosse responsabile, senza consentirgli una replica. Associando così, di fatto, l’immagine di mio figlio ad un reato di cyberbullismo". 

Per saperne di più: 



© Riproduzione Riservata

Commenti