Sarà una puntata davvero importante il quinto appuntamento con il serale di Amici 14 condotto da Maria De Filippi. La squadra dei Bianchi e quella dei Blu, capitanate rispettivamente da Emma Marrone e Elisa, possono infatti contare su quattro talenti ancora in gara e la sfida segnerà un punto di svolta negli equilibri in vista della finale. Ecco cosa vedremo domani sera.

Giudici e duetti

Per uscire dalla situazione di parità, le due squadre dovranno battagliare duramente per conquistare i voti della giuria composta da Sabrina Ferilli, Francesco Renga e Loredana Bertè, protagonista la scorsa settimana di un intenso confronto con Emma Marrone e Mattia Briga. Al fianco dei tre giurati ci sarà questo sabato la showgirl Lorella Cuccarini, quarto giudice di grande talento e competenza artistica. In mano i direttori artistici delle due squadre hanno poi una carta di grande valore da giocarsi nel corso della puntata, ovvero il duetto con ospite: in studio ci saranno infatti Massimo Ranieri e Marracash

Il flash mob letterario

Uno dei momenti più attesi della puntata di domani, gara a parte, è senza dubbio il flash mob pensato da Robero Saviano e incentrato su Le notti bianche di Fëdor Dostoevskij. In studio saranno distribuite 1300 copie del libro - edito nella collana Oscar Mondadori - e sarà Maria De Filippi ad introdurre il momento, con queste parole: “Nel 2003 circa viene coniato il termine flash mob, ossia un evento lampo che coinvolge un’intera folla. Ecco, stasera voglio chiedervi di aprire tutti insieme il pacchetto che avete in mano…contiene un bellissimo libro. Io voglio dirvi che non dobbiamo aver paura della parola scritta, dei libri, dei giornali, di non capire e ho invitato per parlarvi di questo una persona che quando parla sa farsi ascoltare perché parla con un linguaggio molto semplice e sa tradurre con facilità tutto quello che legge: Roberto Saviano”. E proprio Saviano guiderà questo momento così particolare. "Penserete avendo questo libro tra le mani cosa c’entra? Proprio in questo momento un libro,  io credo che invece c’entri molto: nessuno più di un ventenne, perché questa è la vostra età ha il diritto meraviglioso di avere un libro tra le mani", ha spiegato lo scrittore.


"Spesso abbiamo paura di avvicinarci ai libri, paura di avvicinarci ai giornali perché abbiamo paura di non capire". #LeNottiBianche

Posted by Amici di Maria De Filippi on Venerdì 8 maggio 2015
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti