Sport

I canali ex Sportitalia via dal digitale terrestre

LT Sport ha annunciato di proseguire la trasmissione dei canali Sport Uno, Sport Due e Sport Tre solo su satellite e via Web

Imago Economica. – Credits: Gli studi di Sportitalia a Milano: l'emittente, che iniziò a trasmettere il 6 febbraio 2004, ha chiuso i battenti lo scorso 1° novembre. 

Torna a spegnersi sul digitale terrestre il segnale di quella che era Sportitalia: LT Multimedia, il gruppo televisivo possessore dei tre canali Sport Uno, Sport Due e Sport Tre (tasti 60, 61 e 62 del telecomando), ha infatti annunciato la sospensione dei programmi in seguito al provvedimento del Tribunale di Milano che ha assegnato alla concessionaria di pubblicità PRS l'esclusiva per la raccolta relativa ai suddetti canali.

Come si può leggere a chiusura del comunicato ufficiale dell'azienda, "i canali Sport LT Uno, Sport LT Due e Sport LT Tre proseguono regolarmente le trasmissioni con diffusione in chiaro su satellite (canali 44, 45 e 46 TivuSat) ed in video streaming gratuito su web grazie alla piattaforma www.italiasmart.tv o scaricando le app. gratuite su tablet e smartphone".

Gli appassionati muniti di decoder satellitare o connessione Internet potranno quindi continuare a seguire la programmazione, che ha in Michele Criscitiello e Alfredo Pedullà i suoi volti di punta riguardo al calcio, ma il futuro di LT Sport - in termini di contenuti e qualità degli stessi - rimane ancora tutto da verificare e rischia di subire un ulteriore pesante ridimensionamento.

Il passaggio delle frequenze da Sportitalia a LT Sport ha anche segnato l'inizio di una vera e propria odissea per un centinaio di dipendenti tra giornalisti e tecnici, di cui ci siamo occupati in un recente passato raccogliendo anche l'interessante testimonianza di uno di loro ("Lavoravo a Sportitalia, vi racconto la nostra epurazione", clicca qui  per leggerla). 

© Riproduzione Riservata

Commenti