Rossi 2°: a Valencia e nel Mondiale
Ansa
Rossi 2°: a Valencia e nel Mondiale
Sport

Rossi 2°: a Valencia e nel Mondiale

Nell'ultimo Gp della stagione Valentino conferma di essere il migliore dopo Marquez. Al quale lancia già la sfida per il 2015

La gara
Partenza a fionda per Andrea Iannone su Ducati, che prende la prima posizione a Valentino Rossi. Il campione del mondo Marc Marquez recupera e si attacca alla coda del dottore. Passano 9 giri senza troppe sorprese quando in un attimo Marquez attacca Valentino Rossi: il sorpasso gli riesce e ora “el cabroncito” è pronto alla zampata sulla Ducati di Iannone, che gli riesce poche curve dopo.

Valentino rimane negli scarichi e non molla la terza piazza, che lo rende virtualmente il vice campione del mondo 2014. Posizione rafforzata quando Iannone cede a Valentino, che si porta sugli scarichi di Marc; nel frattempo Pedrosa guadagna il terzo posto con Lorenzo subito al seguito. Pochi giri dopo Iannone arriva lungo e va fuori dopo aver disputato una prima parte di gara da manuale.

Quando mancano 7 giri alla conclusione Valentino Rossi è stabilmente in seconda posizione dietro Marquez. Gara di alto livello anche per Dovizioso, che si porta in quarta posizione dietro Pedrosa, mentre Jorge Lorenzo perde secondi, scivola in 20ma posizione e quindi fuori dalla lotta per il secondo posto in classifica generale.
La gara finisce con un grandissimo Marquez che ribadisce la superiorità su tutti e consolida la vittoria del titolo mondiale, Rossi secondo e Pedrosa terzo. Per tutti arrivederci a Sepang, in Malesia, per i test 2015.

Marquez fa 13: il record Gp per Gp


La stagione di Valentino
Un bilancio più che positivo per Valentino Rossi, che ha saputo tener testa al prodigioso Marc Marquez riuscendo a conquistare il “titolo” di vice campione del mondo davanti a racer del calibro di Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo.

Due le vittorie di stagione per Rossi: una a Phillip Island e una a Misano, nel circuito dedicato al Sic, poi 6 secondi posti e 4 altri podi da terzo che rendono la stagione 2014 del Dottore un ottimo trampolino di lancio per l'anno prossimo. I (pochi) detrattori del campione di Tavullia non possono fare altro che arrendersi all'evidenza: gli anni e le stagioni passano, i giovani talenti prematuramente “esaltati” si sgonfiano, e Valentino è sempre lì, in lotta per il podio curva dopo curva, riuscendo a strappare vittorie e podi a campioni più giovani ma meno talentuosi di lui.

La sfida a Marquez - eccezionale nel conquistare 13 vittorie in questo Motomondiale - è quindi già lanciata, con i miglioramenti apportati alla Yamaha che renderanno il Campionato 2015 più competitivo e appassionante perché, diciamocela tutta, senza Valentino Rossi la MotoGp avrebbe poco senso… E la promessa del Dottore ai tifosi del “popolo giallo” è solo una: vincere il decimo mondiale entro due anni.

Il pagellone del Motomondiale 2014

Ti potrebbe piacere anche

I più letti