Sport

Nba playoff 2017: è il LeBron James più forte di sempre?

I Cleveland Cavs si presentano alla serie contro i Raptors con il numero 23 in forma smagliante, forse la migliore di sempre

lebron james playoff 2017

Teobaldo Semoli

-

Dopo più di una settimana di riposo questa notte i Cleveland Cavaliers, campioni Nba in carica, scenderanno in campo per la prima partita del secondo turno di playoff contro i Toronto Raptors.

Lo faranno con il LeBron James, forse, più in palla di sempre, che mentre i suoi colleghi dell'ovest Westbrook e Harden, entrambi in lizza per il premio di Mvp, si davano battaglia a colpi di statistiche, è risultato sempre decisivo nello 'sweep' (4-0) rifilato dai Cavs agli Indiana Pacers, che è anche la 21esima vittoria consecutiva di James in un primo turno di Postseason (48-7 il record in carriera, il migliore di sempre..).

In carriera LeBron James ha un record di 48 partite vinte e 7 perse nei primi turni di playoff

A stupire è anche la straordinaria e apparente semplicità con cui un LeBron, giunto in una sorta di 'nirvana cestistico' della carriera dopo il titolo vinto a Cleveland, che era il suo destino e la sua dannazione, è riuscito a fiaccare con il minimo sforzo la resistenza dei Pacers, che come principale rimpianto hanno l'aver sprecato il pallone della vittoria in gara 1 - il tiro di CJ Miles era tutto sommato non contestato ma la palla doveva andare a Paul George, in stato di grazia –.

In gara 3 James ha segnato 41 punti tirando con il 51.9% dal campo. Nella serie contro Houston, Westbrook ha tirato con la media del 38.8%

Si potrebbe dire che la rimonta subita da Indiana in gara 3 sia una colpa ancora più grande, ma provate voi a resistere all'uragano James capace di segnare 41 punti (di cui 28 nel solo secondo tempo), con il 51.9% dal campo - nell'altra conference, Westbrook tirava con il 39% scarso, tanto per dire... -, raccogliere 13 rimbalzi e smazzare 12 assist nella settima tripla doppia da 40 punti nella storia della lega. Nella stessa serata il Prescelto ha anche sorpassato Kobe Bryant al terzo posto della classifica dei migliori realizzatori nei Playoff Nba.

Nella serie contro Indiana James ha tirato con il 45% da oltre l'arco, la media più alta di sempre della sua carriera in postseason

Parliamo di sole 4 partite, vero, ma non è un caso che le medie di James in questi playoff siano quasi tutte le più alte in carriera nella postseason. Non impressionano tanto i 32.8 punti o i 9.3 rimbalzi di media, ma i 9 assist, le 2 stoppate e le 2.3 triple segnate a partita con il 45% da oltre l'arco, la sua miglior percentuale di sempre. Numeri che testimoniano che a 32 anni James potrebbe essere entrato in una seconda, forse terza fase della sua carriera.

Più sereno, preciso e con meno riflettori puntati; o perlomeno in maniera diversa - anche gli haters, ultimamente, sembrano esssere in diminuzione sui profili social del campione di Akron -. Così James ha spento le ultime speranze dei Pacers, avanti di 2 a 1 minuto e 30 dalla fine di gara 4, con una tripla chirurgica e per nulla scontata per un tiratore non naturale e ondivago com'è stato il Prescelto, poi diventato Re, per gran parte della sua carriera.

La serie di playoff contro Indiana è stata la prima di un LeBron finalmente senza zavorre. Lo hanno capito i Toronto Raptors, ma la notizia dovrebbe essere arrivata fino alla baia di Oakland.

© Riproduzione Riservata

Commenti