Nba: 10 cose da sapere sull'All Star Game 2015
Nba: 10 cose da sapere sull'All Star Game 2015
Sport

Nba: 10 cose da sapere sull'All Star Game 2015

Il programma, i partecipanti, i numeri e le curiosità sulla partita delle stelle del basket americano

Mandata in archivio la sfida dei giovani (alias Rising Star Challenge) che metteva di fronte i migliori rookie e sophomore (giocatori al secondo anno, ndr) staunitensi e del resto del mondo – e che ha visto prevalere i secondi, trascinati dai 22 punti di Andrew Wiggins, per 121 a 112 – l'All Star Game 2015 entra nel vivo, con la gara delle schiacciate, l'attesissima sfida del tiro da tre punti, che vedrà impegnato anche il campione uscente Marco Belinelli, e ovviamente la partita delle stelle di domenica notte.

Degree Shooting Stars con Pippen e la famiglia Curry

Sabato sera si comincia con il Degree Shooting Stars che metterà di fronte in un gara di tiro dalle posizioni più svariate – c'è anche il tiro da metàcampo.. – una selezione di squadre che mettono insieme giocatori di oggi, giocatrici della Wnba e alcune leggende del passato. Tra queste, oltre a Dominique Wilkins e Penny Hardaway, ci sarà anche l'ex Chicago e Portland Scottie Pippen. C'è grande curiosità nel vedere impegnati insieme due micidiali tiratori come Stephen Curry e suo padre Dell Curry.

Team Bosh: Chris Bosh (Miami), Dominique Wilkins e Swin Cash (New York Liberty)

Team Curry: Stephen Curry (Golden State), suo padre Dell Curry e Sue Bird (Seattle Storm).

Team Millsap: Paul Millsap (Atlanta), Scottie Pippen e Elena Delle Donne (Chicago Sky)

Team Westbrook: Russell Westbrook (Oklahoma City), Penny Hardaway e Tamika Catchings (Indiana Fever).

Skills Challenge

Il secondo evento della Saturday Night è la gara di abilità individuale della Skills Challenge che metterà di fronte, in una sfida l'uno contro l'altro, le guardie più tecniche della lega che dovranno completare  nel minor tempo possibile un percorso fatto di slalom, tiri e passaggi.

Il tabellone 

Isiah Thomas (Phoenix) vs Patrick Beverley (Houston)

Elfrid Payton (Orlando) vs Jeff Teague (Atlanta)

Trey Burke (Utah) vs Brandon Knight (Milwaukee)

Dennis Schroder vs contro Kyle Lowry (Toronto).

Gara del tiro da 3 punti: Belinelli per difendere il titolo

Si continua con l'attesissimo Three Point Contest dove l'azzurro Marco Belinelli, campione in carica, dovrà vedersela contro una schiera di micidiali tiratori tra cui spiccano i nomi di Stephen Curry – nei numeri (e nei fatti) il miglior tiratore da tre dell'Nba –, il suo compagno di squadra a Golden State Clay Thompson e la guarda di Cleveland Kyrie Irving

Partecipanti al Three Point Contest

Marco Belinelli (Spurs) 

Stephen Curry (Warriors) 

James Harden (Rockets)

Kyrie Irving (Cavaliers)

Kyle Korver (Hawks)

Wesley Matthews (Blazers)

J.J. Redick (Clippers)

Klay Thompson (Warriors)

Gara delle schiacciate: Oladipo contro Antetokoumpo

Non ci sono grandi nomi ai nastri di partenza dello Slam Dunk Contest 2015, ma i favoriti Victor Oladipo e il greco Yannis Antetokoumpo sono di sicuro due specialisti del genere e promettono di dare spettacolo. La formula della gara torna a essere quella del passato con due round da tre schiacchiate per giocatore e 5 giudici pronti a giudicare con punteggi da 6 a 10. 

Partecipanti alla gara delle schiacciate

Victor Oladipo (Orlando)

Zach LaVine (Minnesota)

Yiannis Antetokoumpo (Milwaukee)

Mason Plumlee (Brooklyn)

All Star Game: la partita delle stelle

Domenica notte (per chi vive da questa parte dell'Oceano) sarà finalmente il momento dell'All Star Game. A sfidarsi saranno la Eastern Conference di Mike Budenholzer, allenatore "rivelazione" dell'anno con i suoi Atlanta Hawks, e il suo quintetto formato da LeBron James (Cleveland), il padrone di casa Carmelo Anthony (New York), John Wall (Washington), Pau Gasol (Chicago) e Kyle Lowry (Toronto).

Dall'altra parte ci sarà la Western Conference di Steve Kerr, coach dei Golden State Warriors primi a ovest, che tra i primi cinque potrà schierare i suoi due gioielli Stephen Curry e Klay Thompson (Golden State) insieme a James Harden (Houston) e Marc Gasol (Memphis). Resta da definire il sostituto in quintetto di Anthony Davis che ha dovuto rinunciare all'All Star Game a causa di un infortunio alla spalla.

I partecipanti all'All Star Game 2015

EASTERN CONFERENCE

Quintetto:

LeBron James (Cleveland)

Carmelo Anthony (New York)

Pau Gasol (Chicago)

Kyle Lowry (Toronto)

John Wall (Washington)

Panchina: 

Chris Bosh (Miami)

Kyrie Irving (Cleveland)

Al Horford, Paul Millsap

Kyle Korver (Atlanta)

Jeff Teague (Atlanta)

Jimmy Butler (Chicago)

WESTERN CONFERENCE

Quintetto:

Stephen Curry (Golden State)

Klay Thompson (Golden State)

James Harden (Houston)

Marc Gasol (Memphis)

Anthony Davis (New Orleans) -- INFORTUNATO

Panchina: 

Damian Lillard (Portland)

LaMarcus Aldridge (Portland)

Tim Duncan (San Antonio)

Kevin Durant (Oklahoma City)

Russell Westbrook (Oklahoma City)

Chris Paul (Los Angeles Clippers)

DeMarcus Cousins (Sacramento)

Dirk Nowitzki (Dallas).

L'All Star Game per la quinta volta a New York

Con l'edizione 2015 New York ospita l'All Star Game per la quinta volta, pareggiando il record di Los Angeles. 

Per l'occasione l'Nba e la MTA, l'azienda che gestisce i trasporti di NY, hanno distribuito oltre 600.000 MetroCards speciali con il motto “New York Takes Center Court" e insieme agli altri partner della lega hanno addobbato la la città con più di 11.100 installazioni creative, compresi cartelloni pubblicitari giganti, edifici decorati, treni della metropolitana personalizzati, e segnaletica dinamica nei luoghi più trafficati. 

Gli assenti per infortunio

L'All Star Game 2015 verrà di certo ricordato come la partita delle grandi assenze, su tutte quella della guardia dei Lakers Kobe Bryant, che è anche il miglior realizzatore di sempre della competizione. Insieme a lui saranno costretti a guardare la partita in tv anche Blake Griffin, dei Los Angeles Clipper, Michael Carter-Williams, Dwyane Wade e Anthony Davis. Ci sarà invece l'ala dei Knicks Carmelo Anthony che ha deciso di stringer i denti per fare gli onori di casa, ma che probabilmente dovrebbe fermarsi dopo l'All Star Weekend.



I record dell'edizione 2015

Grazie alla presenza in contemporanea di Marc Gasol, a Ovest, e di Pau Gasol, a Est, per la prima volta nella storia della NBA, l’NBA All-Star 2015 vedrà due fratelli sfidarsi nei quintetti iniziali. I due sono anche i giocatori europei più votati dai fan.

Kobe Bryant e Tim Duncan sono stati scelti rispettivamente per il loro 17^ e 15^ All-Star Game. Meglio di loro ha fatto solo la leggenda dei Los Angeles Lakers Kareem Abdul-Jabbar. 

L'allenatore di Golden State Steve Kerr sarà il primo coach a guidare un team dell’All-Star Game nella sua prima stagione NBA, dai tempi di Larry Bird, che nel 1998 fu il coach della Eastern Conference.

L'All Star Game in tv

In quanto evento globale, e tra i più seguiti al mondo, l'All Star Game 2015 verrà trasmesso in 215 nazioni e in 47 lingue. 

In Italia sarà possibile vederlo su Sky Sport. L'All Star Saturday, che si svolegerà al Barclays Center di Brooklyn sarà visibile dalle 2.30 in diretta su SkySport2 mentre per l'All Star Game del Madison verrà trasmesso domenica notte (sempre su SkySport2) a partire dalle 2.30.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti