MotoGP

MotoGp: il Tas ha detto no. A Valencia, Rossi partirà dal fondo

Il Tribunale dello sport ha rigettato la richiesta presentata dal pilota pesarese. Per vincere il mondiale, Valentino dovrà fare l'impresa

rossi-gp-aragon

Dario Pelizzari

-

Il Tas ha detto no. Il Tribunale dello sport di Losanna non ha accolto la richiesta di sospensiva presentata da Valentino Rossi al fine di scongiurare l'ultima casella della griglia del Gran premio di Valencia (clicca qui per leggere la guida della gara), capitolo finale del campionato in corso. Il ricorso era stato presentato dal pilota di Tavullia contro la penalizzazione di tre punti sul patentito che gli era stata inflitta dalla Fim al termine della gara di Sepang. I tre punti della Malesia, sommati al punto lasciato sull'asfalto di Misano, hanno prodotto la sanzione di cui si parla da giorni. Proprio come si temeva: per vincere il mondiale, Rossi dovrà compiere l'impresa impossibile (leggi tutte le combinazioni possibili) partendo dal fondo della griglia di partenza (clicca qui per leggere le grandi rimonte di Valentino). Nel comunicato diffuso dal Tas, si precisa che "il 2 novembre Jorge Lorenzo aveva deposto una domanda di intervento al fine di partecipare all'arbitrato, ma la domanda è stata respinta. L’arbitro del Tas, dopo aver consultato le parti, ha autorizzato il deposito di una memoria scritta". 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Le grandi rimonte di Valentino Rossi in MotoGp

Dall'impresa al Gp della Malesia nel 2002 alla vittoria in Argentina nel 2015. A Valencia, il Dottore proverà a prendere Jorge Lorenzo

MotoGp: le combinazioni vincenti per il titolo mondiale a Rossi

Che parta o meno dall'ultima fila al Gp di Valencia, ecco quali risultati consentiranno a Valentino di avere la meglio su Lorenzo

MotoGp, Gp Valencia: Rossi non ce la fa, Lorenzo campione del mondo

Il pilota maiorchino precede Marquez sul traguardo e vince gara e titolo. Per il Dottore, quarto, impresa riuscita a metà

Commenti