Ljajic-Fiorentina: rottura vicina

Il serbo ai margini della rosa di Montella e il Milan aspetta il momento giusto

Adem Ljajic è sempre più lontano dalla Fiorentina e le parole di Montella, che lo ha definito un giocatore distratto e con un grave problema economico con il club, certificano una crisi che difficilmente verrà ricomposta nei prossimi giorni e che potrebbe portare al divorzio. Il Milan resta alla finestra pronto a tornare su un giocatore che piace e che era stato identificato come erede di Robinho prima che la permanenza del brasiliano chiudesse ogni opportunità.

Ora, però, Robinho si è infortunato ed è a rischio anche la sua presenza nel preliminare di Champions League di fine agosto, Niang potrebbe finire alla Sampdoria in prestito e Galliani continua a sognare di arrivare a Ljajic senza spendere, però, i 10 milioni di euro che i Della Valle vorrebbero per lasciar partire il serbo con un anno di anticipo sulla fine del contratto.

L'ipotesi del rinnovo al momento è più sfumata. Il giocatore chiede un aumento a 1,5-2 milioni di euro netti a stagione con clausola rescissoria bassa. La Fiorentina non può spingersi oltre il milione netti (sul livello di altri titolari) per non rompere l'equilibrio dello spogliatoio e vuole una clausola da 15 milioni. Nei prossimi giorni ci sarà il vertice decisivo con Ramadani e poi si arriverà alla conclusione.

© Riproduzione Riservata

Commenti