Balotelli, uomo copertina di Sports Illustrated
Balotelli, uomo copertina di Sports Illustrated
Sport

Balotelli, uomo copertina di Sports Illustrated

La principale rivista sportiva degli Stati Uniti dedica la prima pagina al talento del Milan, l'"amico del Papa". E sul razzismo "Non uscirò mai dal campo"

Braccia aperte, costume, fisico statuario in piedi sull'acqua (ma, tranquilli, il merito è di una lastra di plexiglass). Un'immagine scattata a Miami, dove durante la sua vacanza post Confederations Cup, Mario Balotelli è stato intervistato dai colleghi di Sports Illustrated, per chi non lo sapesse, la più importante rivista sportiva degli Stati Uniti.

Al di là del contenuto dell'intervista (che potete leggere qui ) sono curiose le frasi che accompagnano la foto di Mario nelle immagini di copertina e che raccontano il personaggio Balotelli:

E' italiano, ma anche E' africano

E' il simbolo del Milan, ma anche, E' il simbolo della nuova Europa

E' amico del Papa e del Presidente della Repubblica, ma anche E' un uomo sempre a rischio di cartellino rosso (sul campo e fuori)

E' oggetto di attacchi a sfondo razzista, ma anche idolatrato da parte della società in maniera quasi selvaggia

E' il miglior attaccante d'Europa

Tra le domande molto delicata quella sulla questione degli sfotto o "buuu" a sfondo razzista. Ecco la risposta di SuperMario: "Il razzismo non si può cancellare. È come le sigarette: non puoi smettere di fumare se non lo vuoi. E non si può fermare il razzismo se la gente non lo vuole. Ma io farò qualsiasi cosa per aiutare a fermare questa piaga".

Ecco in sintesi Mario Balotelli, un uomo ed un giocatore unico, capace di unire e dividere, genio e regolatezza. Comunque la si veda, qualsiasi cosa si pensi di lui, l'unico vero grande talento del calcio italiano. Negli USA l'hanno capito, noi un po' meno

Ti potrebbe piacere anche

I più letti