Michela Cerruti in pista per l'esordio della Formula E

A Pechino prima gara della storia per il Mondiale delle monoposto elettriche organizzato dalla FIA. In gara anche la pilotessa milanese per il Team Trulli

La milanese Michela Cerruti spera di poter presto esultare anche in Formula E.

Redazione

-

Nuova sfida per Michela Cerruti, prima e unica donna ad aver sinora vinto una gara nelle Superstars Series: la pilotessa milanese, oggi impegnata nell'Auto GP (in cui ha colto proprio quest'anno il suo primo successo sulla pista di Imola) e nella Blancpain GT Series, sarà infatti sulla griglia di partenza di Pechino per l'esordio assoluto sabato 13 settembre della Formula E , la nuova serie lanciata dalla FIA con in gara 20 vetture elettriche impegnate su tracciati cittadini allestiti in alcune delle metropoli più affascinanti del mondo.

Oltre che nella capitale cinese, la Formula E sarà protagonista anche sull'asfalto di Miami, Buenos Aires, Londra, Berlino e Monte Carlo, tanto per citare le tappe più importanti del Mondiale per auto elettriche, che vedrà Michela Cerruti al volante di una monoposto del Team Trulli (gestito appunto dall'ex campione di F1 Jarno, che ne è anche l'altro pilota), spinta da una power-unit all'avanguardia che svilupperà una potenza di 180 Kw.

La partenza del Beijing E-Prix, come detto il primo assoluto della storia, è fissata per le 16 ora locale (le 10 italiane, diretta Fox Sports, bouquet Sky) e si svilupperà su un circuito della lunghezza di 3.44 chilometri, da percorrere per 20 volte, disegnato intorno al "Bird's Nest", il famoso "Nido d'uccello" che fu il cuore delle Olimpiadi di Pechino 2008. "Essendo partiti tardi nello sviluppo del nostro programma, saremo sicuramente un po' indietro, ma essendo la prima gara del Campionato ci possono sempre essere sorprese: sarà dunque fondamentale l'affidabilità", afferma la stessa Michela Cerruti alla vigilia dell'impegno. "Non ho macinato molti chilometri sulla vettura per motivi tecnici, ma il team è stato comunque in grado di raccogliere molti dati con Jarno e, anche se al momento non ho una confidenza al 100%, conosco la macchina, le sue caratteristiche e so come va guidata. La cosa per me realmente nuova sarà invece il fatto di correre su circuiti cittadini 'veri', dal momento che la mia unica esperienza precedente è stata a Marrakech".

Tra le varie novità della Formula E, in cui correranno tra gli altri "vecchie conoscenze" come Takuma Sato e Nelson Piquet Jr., oltre all'altra pilotessa inglese Katherine Legge, c'è anche la possibilità, da parte dei tifosi di assegnare un "boost" utilizzabile per aumentare la potenza di una delle vetture tramite un voto online: se fate il tifo per Michela, potete votarla cliccando qui .

© Riproduzione Riservata

Commenti