F1, dal 2015 torna il Gp del Messico

La ricaduta economica sul Paese sarà di circa 2 miliardi l'anno. Previsto il completo rinnovamento dell'autodromo Hermanos Rodriguez di Città del Messico

Mansell, Patrese e Schumacher: l'ultimo podio del Gp del Messico. Il primo per il campione tedesco

Dario Pelizzari

-

Dopo 23 anni di assenza, sono lieto di confermare che la Formula 1 ritorna a città del Messico nel 2015. Sento che è il momento giusto per la Formula 1 e per il Messico e sono sicuro che entrambe le parti ne beneficeranno per molti anni. Non vedo l’ora di accogliere tutti a questo evento mondiale il prossimo anno in Messico“. Bernie Ecclestone ha detto sì. Il grande capo della F.1 ha confermato l'inserimento della gara messicana nel calendario mondiale dal 2015. L'accordo prevede cinque anni di contratto con un'opzione di rinnovo per altri cinque. Sarà un affare per tutti, lo dicono i numeri. Secondo Claudia Ruiz Massieu, segretario di Stato al turismo, la ricaduta economica sul Paese centroamericano sarà di due miliardi di dollari nel quinquennio 2015-2019, a fronte di un investimento pubblico-privato che raggiungerà i 72 milioni di dollari l'anno. Garantita inoltre la creazione di oltre 18mila posti di lavoro, in gran parte destinati ai lavori di “ammodernamento completo” dell'autodromo Hermanos Rodriguez di Città del Messico. Il progetto del nuovo tracciato a Cancun, di cui si parla da qualche anno, è destinato dunque a rimanere nel cassetto.

 

L'autodromo messicano - che ha aperto i battenti nel 1963 e che finora ha ospitato, complessivamente, 15 gran premi della Formula 1 - sarà rivoltato come un calzino. Le tribune dei box saranno ampliate e rese più confortevoli, l'area Vip del paddock club sarà accessibile a cinquemila persone, nuovo l'asfalto dell'intero tracciato, nuova la torre di controllo e almeno un paio di tribune lungo in percorso. Là dove c'era un campo di baseball si infilerà una chicane che taglierà in due quella che pare una curva di uno stadio di calcio. Di tutto, un po'. Per aggiornare i contenuti e ripartire di slancio. “Posso dire che la pista manterrà l’essenza originale del circuito, ma diventerà più impegnativa e sicura per i piloti”, ha fatto sapere Alejandro Soberon Kuri, numero uno della CIE, l'azienda che si occuperà di organizzare e promuovere l'evento. Corsi e ricorsi storici. A Città del Messico, storia del 1992, Michael Schumacher è salito per la prima volta nella sua carriera sul podio. Era al secondo anno di Formula 1 e guidava la Benetton di Flavio Briatore. Da allora, il circuito Hermanos Rodriguez non ha più accolto i bolidi della Formula 1. Ricomincerà dal prossimo anno, probabilmente a fine stagione.

Tutti i vincitori del Gran premio del Messico
(si è svolto dal 1963 al 1970 e dal 1986 al 1992)

Jim Clark, 1963 e 1967
Dan Gurney, 1964
Richie Ginther, 1965
John Surtees, 1966
Graham Hill, 1968
Denny Hulme, 1969
Jacky Ickx, 1970
Gerhard Berger, 1986
Nigel Mansell, 1987 e 1992
Alain Prost, 1988 e 1990
Ayrton Senna, 1989
Riccardo Patrese, 1991

Twitter: @dario_pelizzari

© Riproduzione Riservata

Commenti