De Laurentiis: "Cavani? Non serve parlare, c'è già la clausola"

Il presidente del Napoli manda messaggi al matador che aveva chiesto un faccia a faccia per la sua cessione

''Con Cavani non c'e' bisogno di un faccia a faccia''. Lo ha detto al suo arrivo in via Rosellini, dove e' in corso il Consiglio della Lega Calcio, il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis. Un altra dichiarazione fredda, decisa, verso il Matador, impegnato in Brasile con la nazionale

"Esiste una clausola rescissoria. Quando ad un certo punto ci sara' una squadra che mettera' sul tavolo 63 milioni di euro noi non potremo sottrarci - ha spiegato -. E' ingiusto distrarre un fuoriclasse come Cavani quando sta disputando un torneo importante come la Confederation Cup. Se ci sara' un'offerta bene, se invece questa offerta non ci dovesse essere Cavani restera' in Italia e Benitez, come tutto il Napoli, sara' felicissimo''.

Vi sono arrivate offerte concrete? ''A me per il momento non ha telefonato nessuno, l'unico incontro che ho avuto e' stato con il Manchester City, ma non c'erano i presupposti economici per poter fare l'operazione''.

Si e' rovinato il rapporto tra Cavani e la citta'? ''No'', sostiene De Laurentis, secondo il quale tutto e' dovuto all'adrenalina alta dei tifosi e ad alcune dichiarazioni dell'entourage di Cavani. ''I tifosi farebbero bene a tener conto solo di quello che dice il giocatore, il suo agente e il presidente''

© Riproduzione Riservata

Commenti