Calcio

Mercato e plusvalenze: ecco chi è Walter Sabatini, l'uomo nuovo Inter

Scelto per coordinare l'attività dei club di Suning, direttore sportivo che in cinque anni ha fatto guadagnare alla Roma 198 milioni di euro

Walter Sabatini Inter Suning plusvalenze

Giovanni Capuano

-

Walter Sabatini è l'uomo scelto da Suning per mettere ordine nella galassia calcistica dell'impero cinese. Una decisione che segna una rottura forte rispetto al passato: Zhang Jindong vuole affidarsi a un dirigente competente e capace di gestire vari aspetti gestionali di una società così da armonizzare l'attività dei club che compongono l'impero Suning nel mondo del pallone: Inter e Jiangsu.


Sabatini, classe 1995, è un dirigente di lungo corso nel calcio italiano. Da qualche mese aveva chiuso la sua avventura alla Roma dopo cinque stagioni e mezzo con tanti risultati e moltissime plusvalenze che hanno reso più semplice la vita a Pallotta e agli americani subentrati alla precedente gestione. Prima della Roma era stato alla Lazio (dal 2005 al 2008) e al Palermo (dal 2008 al novembre 2010).


E prima ancora era rimasto coinvolto in una vicenda di violazione dei regolamenti nel trasferimento di giovani calciatori rimediando una squalifica di 5 anni con proposta di radiazione resa operativa dall'allora presidente Figc, Franco Carraro, in ritardo rispetto ai tempi previsti dalle norme. Circostanza grazie alla quale Sabatini si era salvato tornando al campo nel marzo 2005.

Tutte le plusvalenze con la Roma

Walter Sabatini è noto per essere uno dei maggiori talent scuot del calcio italiano. Nella sua carriera ha scoperto e valorizzato molti giovani portandoli spesso dall'estero e facendoli rivedendere al suo club con un guadagno importante. Una tendenza che si è rinforzata soprattutto nel suo periodo alla Roma. In cinque stagioni e mezza ha garantito plusvalenze a bilancio per 198,7 milioni di euro con mercati chiusi sempre in attivo.

I risultati sul campo sono stati confortanti. La Roma dal 2013 al 2016 è arrivata due volte seconda e una terza accreditandosi sul campo come principale rivale della Juventus. Non ha mai alzato al cielo un trofeo, sfiorandolo soltanto nella finale di Coppa Italia del 2013. Il cruccio è stata l'eliminazione dal playoff di Champions League patita la scorsa estate per mano del Porto e che ha condizionato l'attuale stagione della Roma.

Ecco l'elenco delle plusvalenze nelle sue stagioni alla Roma:

Stagione 2011-2012: 9,1 milioni 

Stagione 2012-2013: 11,0 milioni (Borini 9,1)

Stagione 2013-2014: 55,9 milioni (Marquinhos 27,4 - Lamela 15,2 - Osvaldo 5,2 - Bradley 5)

Stagione 2014-2015: 36,6 milioni (Benatia 14,2 - Dodò 7,9 - Viviani 4 - Bertolacci 3 - Jedvai 2,4 - D'Alessandro 1,9)

Stagione 2015-2016: 77,5 milioni (Pjanic 28,2 - Romagnoli 23,8 - Gervinho 12,5 - Destro 4,4 - Mazzitelli 3,5)

Stagione 2016-2017: 8,6 milioni (solo mercato luglio e agosto 2016)

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Inter, tutti i fallimenti post-Triplete (questo però è costato di più)

In sette anni spesi 490 milioni di euro (134 la scorsa estate) per una qualificazione in Champions. E ora si ricomincia daccapo...

Clamoroso all'Inter: esonerato Pioli e arriva Sabatini

Squadra a Vecchi per il finale della stagione. Decisivo il crollo anche mentale della squadra nell'ultimo mese

Crisi Inter, tutti gli allenatori dopo Mourinho e la loro media punti

Sono dodici in nove anni: da Benitez a Spalletti passando per Leonardo, Gasperini, Stramaccioni, Mazzarri e Mancini

Commenti