Le scuse di Suarez a Chiellini: "Non capiterà più"

L'attaccante uruguaiano su Twitter chiude l'episodio di Natal e l'azzurro risponde: "Tutto dimenticato, spero che la Fifa ti riduca la sanzione" - La maxi squalifica di Suarez - Tutti i suoi morsi

Le scuse di Suarez a Chiellini – Credits: tratta da Twitter

Giovanni Capuano

-

Forse è una mossa per convincere la Fifa a ridurre la durissima squalifica che lo ha colpito per il morso di Natal. O, forse, è solo il pentimento dopo una settimana di riflessioni in famiglia. Suarez ha deciso di chiedere pubblicamente scusa a Chiellini per il morso durante Italia-Uruguay e lo ha fatto con un tweet in inglese e spagnolo: "Dopo alcuni giorni in cui sono rimasto a casa con la mia famiglia, ho avuto modo di riflettere sui fatti e sulla realtà di quanto accaduto durante la partita Italia-Uruguay del 24 giugno 2014. A prescindere dalle dichiarazioni contraddittorie di questi giorni, tutte effettuate senza voler interferire con la buona riuscita della spedizione della mia Nazionale, quello che è certo è che il mio collega Giorgio Chiellini ha sofferto gli effetti fisici di un morso dopo un contatto con me e pertanto mi pento profondamente, chiedo scusa a Giorgio Chiellini e a tutta la grande famiglia del calcio e mi impegno pubblicamente a far sì che non accada mai più un episodio simile con me tra i protagonisti".

Una formula diretta sia al difensore azzurro che alla Fifa, che aveva duramente punito il gesto anche per i precedenti e per il discredito portato al fair play che la stessa Fifa persegue come valore fondamentale. Dopo pochi minuti e sempre via Twitter è arrivata la risposta di Chiellini: "E' tutto dimenticato. Spero che la FIFA ti riduca la sanzione". Pace fatta, dunque. E ora l'attaccante può sperare che parte della pena di 9 giornate al Mondiale, 4 mesi di bando totale dall'attività e 100mila franchi svizzeri sia cancellata.

scuse-suarez_emb8.jpg
© Riproduzione Riservata

Commenti