Giovanni Capuano

-

Sinisa Mihajlovic è tornato a parlare pubblicamente, un mese dopo il trapianto di midollo che ha chiuso le cure per sconfiggere la leucemia mieloide acuta diagnonisticata a metà luglio e che lo ha tenuto a lungo lontano dalla panchina e dal suo Bologna in questo primo periodo della stagione.

"Sono e resterò ancora qui" ha detto Sinisa, visibilmente commosso nel citare tutte le persone che gli sono state vicine in questo difficile momento della sua vita. La famiglia, gli amici, i medici e gli infermieri dell'ospedale Sant'Orsola nel quale ha vissuto gran parte del tempo impegnato nella difficile lotta contro la malattia.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Miracolo Mihajlovic: in panchina col Bologna nonostante la malattia

Il tecnico serbo esce dall'ospedale e raggiunge la squadra per guidarla a Verona nel debutto della stagione

I giocatori del Bologna in ospedale da Mihajlovic dopo Brescia I VIDEO

Commenti