Calcio

Ibra e la suggestione Inter: derby col Milan per riaverlo a San Siro?

Lo svedese vuole lasciare il Psg e Thohir starebbe pensando a un altro sgarbo a Berlusconi. O forse no...

FC Inter Milan forward Zlatan Ibrahimovi

Giovanni Capuano

-

La voce di mercato gira ed è stata raccolta e rilanciata come sogno più che progetto. L'Inter starebbe pensando di agganciare Zlatan Ibrahimovic, attaccante scontento di Parigi e della Francia che da qualche mese pensa a un ritorno in Italia, ma che in queste ore viene accostato anche ad altre grandi in giro per l'Europa a partire dal Real Madrid. Ibra all'Inter con uno scippo che sarebbe clamoroso, perché avverrebbe ai danni del Milan di Berlusconi conme già nella torrida estate del 2006 quando Zlatan era promesso ai rossoneri ma finì in nerazzurro. Allora fu decisiva l'incertezza del Milan sul proprio destino, sotto processo per i fatti di calciopoli. Oggi si tratterebbe di un vero e proprio derby di mercato sul filo dell'offerta economica e tecnica più conveniente.

 

A scrivere dell'interessamento dell'Inter per Ibrahimovic è il Corriere dello Sport, secondo il quale la pazza idea non è stata per nulla accantonata né da Thohir e nemmeno da Roberto Mancini che con lo svedese ebbe qualche screzio alla fine della sua avventura ad Appiano Gentile nell'estate del 2008. Un addio traumatico e mal digerito dall'ambiente che poi sposò Mourinho e arrivò al Triplete (senza Ibra). I rapporti tra i due si sono riappacificati e non sarebbero, però, un ostacolo così come l'eventuale inserimento in una rosa che davanti ha già una prima di punta di riferimento come Icardi attorno al quale Mancini sta costruendo le trame offensive della prossima stagione.

Il problema è ovviamente di carattere economico. Non tanto per il valore del cartellino, molto basso avendo Zlatan 34 anni e non essendo più il Psg vincolato dai paletti del fair play finanziario, quanto per lo stipendio. A Parigi si guadagna benissimo: 16 milioni netti fin qui che diventeranno meno (12) nella prossima stagione. Chi lo vuole prendere deve immaginare di avvicinarsi a quella cifra, se non tutto subito almeno spalmandola su un biennale da circa 9 o su un triennale da 6. Lavoro durissimo per chiunque. Galliani ci si sta misurando da settimane e adesso tocca anche agli uomini mercato dell'Inter.

Questo lo scenario. Il sospetto è che dietro la fuga di notizie possa esserci una manovra del potente Mino Raiola, agente del giocatore. E' stato lui ad accompagnare Ibra all'incontro con l'emiro nelle scorse settimane terminato con un nulla di fatto: né rescissione del contratto e nemmeno rinnovo e prolungamento. La situazione attuale non piace a manager e giocatore e così il nome diZlatan continua a girare. Sogno o realtà? Al momento solo una magnifica suggestione di mercato.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Serie A 2015-2016: il tabellone del calciomercato

Tutti gli acquisti e le cessioni nel mercato invernale delle 20 squadre di serie A

Commenti