Calcio

Gerrard, addio al Liverpool: va negli Stati Uniti

A fine stagione il capitano lascia i Reds per la ricca MLS. Storia di un fuoriclasse che non ha mai vinto la Premier League

Liverpool FC vs Leicester City

Giovanni Capuano

-

Fine della storia. O, meglio, fine dell'Era come titola il Liverpool Echo giornale del Merseyside che già piange la scelta del Capitano di abbandonare la nave rossa. Steven Gerrard e il Liverpool sono ai capitoli finali; un lungo addio che viene annunciato nel cuore dell'inverno e che diventerà realtà a giugno quando il giocatore sarà libero di firmare per una nuova squadra. Dove? Non in Premier League, perché sarebbe un colpo troppo forte per il cuore dei tifosi e anche per il suo, che di questo club è stata icona e fan al tempo stesso. Andrà all'estero, quasi certamente negli Stati Uniti dove ci sono almeno un paio di franchigie pronte a fare ponti d'oro per consentirgli di chiudere la carriera nel migliore dei modi: Los Angeles Galaxy (il club che fu di Beckham) o New York Red Bull. Ancora un po' di pazienza e si saprà, mentre è già chiaro da subito che non ci sarà alcuna trattativa per prolungare il contratto che scade il 30 giugno. Addio.

 

Gerrard ha scelto di fare chiarezza in fretta per non mettere ulteriore pressione su Rodgers e sul suo Liverpool, alle prese con una stagione difficilissima che segue quella della grande illusione. A maggio è stato a un passo dal vincere il campionato inglese per la prima volta. E' scivolato (in senso fisico oltre che immaginario) e non si è più ripreso. Fine delle trasmissioni: la Premier resterà un sogno per Gerrard che ha la bacheca piena di trofei ma al quale continuerà a mancare proprio quello di casa, insieme alla soddisfazione di aver portato una grande generazione inglese a conquistare qualcosa con la maglia dell'Inghilterra. L'annuncio della separazione a giugno ha choccato i tifosi dei Reds. Che la storia fosse ai capitoli finali era chiaro da qualche mese, viste anche le decisioni di Rodgsers fino alla clamorosa esclusione del Capitano dalla sfida di Champions League contro il Real Madrid. Ora, però, è tutto più chiaro.

 

Gerrard, a meno di successi ulteriori, chiuderà i suoi 25 anni in maglia Liverpool con un palmares eccezionale: una Champions League, conquistata nella folle notte di Istanbul del 2005 contro il Milan, la Coppa Uefa del 2001 e 2 Supercoppe Europee. Trofei internazionali cui aggiungere 2 FA Cup, 3 Coppe di Lega e 2 Charity Shield. E' membro dell'Ordine dell'Impero britannico dal 2006 su volere della Regina e ha rappresentato un punto di riferimento per compagni e avversari. In nazionale ha messo insieme 114 presenze e 21 gol. Un mito assoluto arrivato al tramonto.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Liverpool, via ai lavori. Ecco come sarà il nuovo Anfield

Il club inglese rinnova la sua casa: capienza aumentata e nuovi servizi

Calciomercato 2014/2015: il tabellone con acquisti e cessioni invernali

Squadra per squadra, tutti i trasferimenti e le trattative fallite del mercato di riparazione della Serie A

Commenti