cannavaro_cina
Calcio

Panchina in Cina per l'esordiente mister Fabio Cannavaro

Chiamato in Oriente da Marcello Lippi, avrà in rosa Gilardino e Diamanti. Con l'impegno di far vincere il quarto titolo consecutivo al Guangzhou Evergrande

Da un biennio sognava una panchina tutta sua dopo l'apprendistato negli Emirati all'Al Ahli. Ora, a 41 anni, Fabio Cannavaro è pronto a incominciare la carriera da allenatore in prima niente meno che in Cina, dove ad attenderlo quale mentore c'è Marcello Lippi, il tecnico con il quale ha scritto la pagina leggendaria del trionfo mondiale nel 2006 con la Nazionale.

Un'occasione imperdibile per l'ultimo "pallone d'oro" italiano, che l'anno scorso era stato a un passo dall'entrare nello staff tecnico di Carlo Ancelotti al Real Madrid. In questi primi mesi di Campionato Cannavaro si è dilettato da opinionista televisivo a Mediaset, dove ha commentato la Champions League, prima appunto che gli arrivasse la chiamata dall'Oriente. Con il Guangzhou Evergrande il neo-allenatore è subito atteso da una sfida impegnativa: conquistare il quarto titolo nazionale consecutivo, divenendo una sorta di Allegri post-Conte in versione cinese.

Cannavaro allenerà due calciatori italiani come Alberto Gilardino e Alino Diamanti e potrà avvalersi della consulenza, in qualità di direttore tecnico, dello stesso Marcello Lippi, che si è ritirato sì dalla panchina ma non certo dal calcio vissuto da protagonista.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti