Calcio

Euro 2016, quarti di finale: oggi Belgio-Galles

Comincia la corsa verso le semifinali: Bale sfida Hazard in un confronto con pronostico per i belgi. Ecco dove vederla in televisione

Euro 2016: Russia - Galles

Giovanni Capuano

-

Dopo aver visto Polonia e Portogallo in azione, ecco il momento di altre due outsider che si sono ritrovate nei quarti di finale dell’Europeo. Il Galles è una delle sorprese assolute del torneo, mentre il discorso per il Belgio (numero 2 del ranking Fifa e nel mezzo di una generazione di assoluto valore) è un po’ più complesso: squadra fortissima, quella in mano a Wilmots, ma del tutto non abituata a respirare l’area rarefatta a questi livelli. Ecco perché il confronto di Lilla rimane aperto ed equilibrato, difficile da pronosticare se non regalando al Belgio un piccolo vantaggio.

IL TABELLONE DEI QUARTI DI FINALE DELL'EUROPEO

Per vederla in tv diretta dalle ore 21 su Sky Sport1, Sky Calcio1, Rai1 e Rai4

 

Nel girone di qualificazione meglio il Galles

In realtà un benchmark di riferimento c’è ed è recente. Le due nazionali erano inserite nello stesso girone di qualificazione all’Europeo e si sono incontrate due volte. Come è andata? Meglio il Galles, che ha vinto una volta (1-0 gol di Bale a Cardiff) e pareggiato l’altra (0-0). Il Belgio, insomma, farà bene a temere Bale e compagni perché sono in grado di esprimere un calcio organizzato e non solo fisico. Non hanno grandissime individualità, Bale e Ramsey a parte, ma nemmeno punti deboli così evidenti per farci la partita sperando che prima o poi ci sia l’errore decisivo. In più Bale si sta comportando da vero leader, mette corsa oltre che gol e calci piazzati micidiali, trascinando con sé anche Ramsey e Allen con la loro manovra senza pause.

Il Belgio è molto più simile a quello che ha incantato contro Irlanda e Ungheria che alla copia sbiadita travolta dall’Italia nell’esordio di Lione. Squadra giovane e forte, piena di talento e con attaccanti pronti ad esplodere come fuochi d’artificio: avete presente Lukaku? E poi c’è Hazard, che ha iniziato malissimo, ma è cresciuto minuto dopo minuto vestendo alla fine i panni dell’architetto, del piccolo genio e del trascinatore. Se aggiungiamo le parate di Courtois, uno che sta confermando all’Europeo tutto il suo valore, ecco che il mix è completo. Belgio inarrestabile in campo aperto, Galles che fin qui ha avuto il privilegio di non dover quasi mai concedere il contropiede.

 

Bale contro una generazione di talenti

Bale è il centro di tutto il Galles, inutile girarci intorno. All’Europeo ha lasciato il segno già 3 volte e procurato l’autorete che ha eliminato l’Irlanda del Nord. Nelle qualificazione ha trovato la via della porta 7 volte su un totale di 11 e considerando anche gli assist serviti ai compagni (2) ha messo lo zampino nell’82% delle marcature della sua nazionale. Statistiche che, per una volta, disegnano alla perfezione l’impatto di un singolo su una squadra che sta vivendo un’età irripetibile. Dagli anni Cinquanta non andava così avanti in una grande manifestazione; allora perse dal Brasile di Pelè, futuro campione del Mondo (1958) mentre nell’Europeo del 1976 fu eliminata dalla Jugoslavia in un doppio confronto equivalente agli attuali quarti di finale.

Il Belgio sogna di ripetere i fasti degli anni Ottanta. Era la generazione capace di arrivare alla finale dell’Europeo ’80 in Italia, perdendo dalla Germania Ovest, e di farsi onore poi a Messico ’86 con una semifinale storica e il sogno infranto dall’Argentina di Maradona che stava dipingendo calcio e scrivendo un pezzo di storia. Questa è, se possibile, una squadra ancora più talentuosa. Il primo assalto alla gloria, però, è finito prima del previsto al Mondiale in Brasile. Ora c’è la prova del nove.

Ecco come sono arrivate ai quarti di finale

Il Galles è una delle sorprese assolute di questo Europeo. Ha buone individualità nella sua rosa, a partire da Bale e Dempsey, ma nessuno si attendeva che potesse finire davanti all'Inghilterra nel girone e da lì costruirsi la strada nella seconda fase con la speranza di poter andare molto avanti. Bale è il top player fin qui di Euro 2016: 3 gol segnati e un'autorete procurata. L'ottavo contro l'Irlanda del Nord è stata, forse, la più brutta partita fin qui vista in Francia ma ha dimostrato anche la solidità dei gallesi, incapaci di esprimere picchi elevati di gioco ma anche di farsi sottomettere sia tatticamente che sul piano fisico.

Il Belgio è partito malissimo contro l'Italia, ma da lì in poi il suo Europeo è cambiato. Dimenticando lo 0-2 con gli azzurri a Lione, la squadra di Wilmots ha messo in fila 3 successi consecutivi (Irlanda, Svezia e Ungheria) segnando 8 gol senza subirne nemmeno uno. Rendimento da numero 2 del ranking Fifa, posizione occupata al momento dello sbarco nella manifestazione con il ruolo di rincalzo tra le favorite. Il tabellone è semplice e porta dritto alla semifinale per poi giocarsi tutto. Unico limite: la riscossa è avvenuta contro avversarie oggettivamente molto inferiori, mentre contro l'Italia il flop è stato rumoroso. Cosa accadrà adesso che l'asticella torna ad alzarsi?

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Euro 2016, il tabellone dei quarti di finale

Ecco gli abbinamenti tra le 8 bellissime dell'Europeo. Si comincia giovedì 30 giugno per cercare il pass verso le semifinali

Euro 2016: Tifosi italiani bruciano la bandiera del Belgio - Video

Euro 2016: chi è Viktor Kassai, l'arbitro di Italia-Germania

Collina manda l'ungherese per il quarto di finale più difficile. Ha già diretto Italia-Svezia ma ha precedenti sfortunati con Conte

Commenti