Calcio

Curve aperte per Inter-Milan e anche a Roma

Lo ha deciso la corte di giustizia della Federcalcio con un'ordinanza interlocutoria. Il derby di Milano avrà così entrambe le tifoserie sugli spalti

La Curva Nord Inter chiusa per razzismo contro la Fiorentina – Credits: Ansa

Curve aperte domenica per il derby Inter-Milan e per Roma-Catania. Lo ha deciso un'ordinanza interlocutoria della Corte di giustizia della Federcalcio, che ha disposto ulteriori approfondimenti.

Spiegando il motivo del ricorso dell'Inter contro la chiusura della Curva Nord, il direttore generale del club Marco Fassone si era appellato al buon senso: "Facciamo leva sulla sproporzione delle sanzioni rispetto a quelle che sono state le rilevazioni della procura e del giudice sportivo. Siamo abbastanza confidenti che prevarrà il buon senso. Poi non voglio entrare nel merito di questioni che competono chi ha la responsabilità dell'ordine pubblico: comunque vada saranno decisioni che ovviamente accetteremo e adempiremo alle direzioni che ci verranno fornite in tal senso". 

Anche il Milan si era allineato alla posizione dei cugini con un contatto telefonico tra Galliani e lo stesso Fassone per concordare una linea comune e chiedere almeno lo slittamento della chiusura al 2014 in modo da non penalizzare lo spettacolo del derby, prodotto anche televisivo venduto in tutto il mondo. Il ricorso dell'Inter faceva leva anche sull'esiguo numero di spettatori tesserati al Secondo Anello Verde presenti al San Paolo domenica sera: 12. Una evidente disparità rispetto alla durezza della pena per oltre 8.000 tifosi.

Il Giudice sportivo Tosel - letti i referti provenienti dagli ispettori - non aveva però potuto fare altro che punire il club per i cori anti napoletani e far cadere anche la condizionale, scattata dopo analogo comportamento in occasione di Torino-Inter dello scorso 20 ottobre. Dunque stop immediato e per due turni alla Curva Nord e inizio del dibattito che ha portato alla decisione della Corte di Giustizia federale.

Nel caso della Roma pesano anche i buu razzisti nei confronti di Balotelli annotati dagli ispettori in almeno due occasioni (8' primo tempo e 12' della ripresa). Cori segnalati da personale posizionato all'interno del recinto di gioco tra le due panchine, a una distanza di almeno 50-60 metri dal settore occupato dai circa 1.700 tifosi giallorossi che hanno seguito la Roma a San Siro: "Cori numerosi e intensi" come riportato dai referti.

Seguimi su Twitter @capuanogio

© Riproduzione Riservata

Commenti