Calcio

Chi è Caner Erkin (il primo colpo della nuova Inter)

Arriva a parametro zero e coprirà la fascia sinistra. Carattere forte (a volte rissoso) che il Fenerbache rimpiange

Czech Republic v Turkey - UEFA EURO 2016 Qualifier

Giovanni Capuano

-

Nessun colpo di scena, ma il primo tassello della nuova Inter che va al suo posto. Il club di Milano ha annunciato l'ingaggio di Caner Erkin, laterale sinistro difensivo classe 1988 che il 30 giugno si libera per scadenza di contratto dal Fenerbache. Turco di nascita e nazionalità, andrà a coprire un ruolo in cui i nerazzurri nell'ultima stagione hanno faticato ad avere un rendimento continuo.

Nazionale turco con Terim, Erkin ha firmato un contratto triennale con l'Inter e rappresenta il colpo d'apertura di un'estate in cui Ausilio e i dirigenti saranno costretti a un mercato in sofferenza a causa dei vincoli del fair play finanziario. Ci saranno cessioni importanti, ma l'arrivo di Erkin e di Banega (altro colpo a parametro zero) regalano nuova linfa al progetto tattico.

Un laterale di difesa e spinta

Il pezzo forte di Erkin è nel piede sinistro e nella capacità di spingere. Laterale portato molto a partecipare alla fase d'attacco, il turco è nato come ala prima di arretrare la sua posizione e il suo raggio d'azione senza però snaturare le proprie qualità. Ha debuttato nel massimo campionato locale con la maglia del Vestel Manispor nell'autunno 2005, ma è esploso definitivamente con il Cska Mosca con il quale ha vinto due coppe di Russia e una Supercoppa.

Il Turchia è ricordato per una rissa in allenamento al Galatasaray con Arda Turan, monumento dello spogliatoio di Rijkaard che aveva voluto Caner in prestit: fine dell'avventura, nuovo giro in Russia e dal 2010 ritorno in patria nel Fenerbache da dove l'Inter lo ha prelevato a scadenza di contratto. Con il Fener ha disputato 210 partite segnando 16 reti e servendo 48 assist. Ha avuto recentemente problemi di menisco e l'ultima annata è stata limitata nel numero di presenze.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Chi è Zhang Jindong, padrone dell'impero Suning e dell'Inter

L'imprenditore successore di Thohir è a capo di un colosso cinese dell'elettronica, ma anche di molto altro...

L'Inter va in Cina: Suning Group vicinissimo alla nuova proprietà

Moratti cede il suo 29.5%, Thohir pronto a restare come socio di minoranza. Club valutato 600-700 milioni

Commenti