Calcio

Chi è Armando Izzo, il calciatore indagato nel nuovo scandalo scommesse

Il difensore del Genoa (convocato da Conte per lo stage azzurro) sarebbe uno dei contatti del clan Vanella Grassi per truccare gare di serie B

Italy Training Session And Press Conference

Matteo Politanò

-

Nuovo ed ennesimo scandalo nel mondo del calcio italiano. All'alba di questa mattina i carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare a carico di 10 persone (7 in carcere e 3 ai domiciliari) ritenute responsabili a vario titolo di essere affiliate del "Vanella Grassi", clan che sarebbe operante nei quartieri a Nord del capoluogo campano, e di aver truccato alcune partite della serie B 2013/2014.

Camorra, partite truccate in serie B: indagato l'azzurro Izzo


Nel mirino ci sono Modena-Avellino e Avellino-Reggina del 2013/2014 che sarebbero state falsate grazie anche alla mediazione di Armando Izzo, calciatore in forza al Genoa e nel giro della Nazionale di Antonio Conte che lo ha convocato per lo stage azzurro pre-europeo nei giorni scorsi.

 

Izzo, all'epoca dei fatti in forza all'Avellino, è indagato ma non è stato ancora raggiunto da nessuna misura cautelare. L'accusa per lui e per altri giocatori della squadra campana di quella stagione (il centrocampista dell’Acireale Francesco Millesi, l’ex mediano Luca Pini e il difensore Maurizio Peccarisi) è quella di concorso esterno in associazione mafiosa.

Izzo, difensore classe 1992 è nato nel rione di Scampia, lo stesso dove il clan Vanella Grassi muove i propri interessi oltre alla zona di Secondigliano. Dopo aver perso il padre da giovanissimo era stato costretto ad appendere le scarpe al chiodo per aiutare la famiglia, poi ha ricominciato a giocare vincendo un campionato beretti con la maglia azzurra nel 2010/2011 fino a mettersi in luce nell'ultima stagione come uno dei difensori più interessanti della serie A.

Nel Genoa quest'anno ha giocato 30 partite guadagnandosi anche la convocazione nello stage di Antonio Conte dei giorni scorsi. A Genova era arrivato nell'estate 2014 proprio dall'Avellino e in rossoblù aveva fatto parlare di sé anche per il simpatico imprevisto nella pronuncia di "Save the Children", un inglese impacciato e diventato virale sul web come si può vedere nel video qui sotto. 

Izzo era stato pagato dal Genoa circa 400 mila euro e nelle ultime settimane il suo nome è stato accostato a tanti club di serie A: Milan, Inter, Napoli e Fiorentina sono interessate al giocatore che attualmente ha un valore stimato dal club genovese in circa 5 milioni di euro

© Riproduzione Riservata

Commenti