Calcio

Un morto prima di Atletico Madrid-Deportivo La Coruna (ma si gioca)- VIDEO

Scontri fuori dal Calderòn per un regolamento di conti: un tifoso galiziano ucciso. E la partita si disputa ugualmente

Incidenti Madrid

Giovanni Capuano

-

Dramma e polemiche in Spagna, dopo che gli incidenti prima della disputa di Atletico Madrid-Deportivo La Coruna hanno causato la morte di un tifoso del Deportivo, le cui condizioni erano state definite "critiche" (in un primo tempo fonti ospedaliere avevano parlato di "morte clinica"). Francisco Romero Taboada, un 43enne galiziano, è rimasto coinvolto nella guerriglia che si è scatenata all'esterno del Vicente Calderòn e che ha causato il ferimento di altri 12 tifosi. Secondo quanto raccontato da alcuni testimoni, sarebbe stato picchiato da ultras dell'Atletico Madrid e poi gettato nel Rio Madrid e da lì ripescato. Le sue condizioni erano parse subito gravissime: arresto cardocircolatorio e ipotermia.

La partita tra Atletico Madrid e Deportivo La Coruna si è giocata regolarmente malgrado le notizie provenienti dall'esterno. I colchoneros hanno vinto 2-0, ma la scelta di scendere in campo è stata criticata da molti. Sarebbe stato più giusto fermarsi? L'indagine aperta dalle forze dell'ordine sta ricostruendo lo scenario in cui si sobno verificati gli incidenti. Le due tifoserie si sarebbero date appuntamento utilizzando Whatsapp e altri messi di comunicazione. La guerriglia, dunque, era stata pianificata.

© Riproduzione Riservata

Commenti