33° giornata - Lazio e Verona: proteste legittime. A Livorno errore di Tagliavento

Higuain era in fuorigioco nell'azione del calcio di rigore e manca un gol regolare di Toni. Sfida salvezza con giallo: palla fuori sul gol del Livorno - Tutti i rigori della A

Giovanni Capuano

-

Qualche errore nella domenica del record di gol segnati (35). Sbaglia Peruzzo con i suoi collaboratori in Verona-Fiorentina: è generoson il penalty accodato ai veneti, mentre non era da annullare il gol di Toni che avrebbe potuto riaprire la partita e che viene, invece, cancellato per fuorigioco. Errori anche da Banti in Napoli-Lazio: sbagliata la gestione dei cartellini, mentre i biancocelesti protestano a ragione perché nell'azione del rigore (che chiude il confronto) c'è una posizione di offside di Higuain.

A Livorno non convince la prestazione di Tagliavento come giudice di porta. Sull'azione del rigore di Paulinho (che è netto), il pallone viene calciato da Piccini quando ha già abbondantemente varcato la linea di fondo proprio sotto gli occhi dell'arbitro. Era da annullare anche il vantaggio di Siligardi. In Bologna-Parma (arbitro Doveri) manca un rigore per l'entrata in ritardo di Acquah su Christoudoulopoulos.

Ecco comunque come Panorama.it ricostruisce la classifica oggi senza gli errori arbitrali. Vale la tradizionale avvertenza che il parametro preso in considerazione sono le decisioni che avrebbero potuto cambiare concretamente il risultato (rigori non assegnati o che non c'erano, reti annullate o concesse per errore) e che la graduatoria fa riferimento alle moviole dei quotidiani sportivi italiani esprimendo non un valore oggettivo ma una tendenza.

© Riproduzione Riservata

Commenti