Calcio

15° giornata - Roma, aiuto da Banti. Doveri sbaglia Juve-Samp

Domenica di veleni e polemiche: era da annullare il gol di Nainggolan e a Torino almeno due errori gravi

Soccer: Serie A: Genoa-Roma

Giovanni Capuano

-

Nemmeno il clima pre natalizio salva gli arbitri dalle polemiche di una domenica che finisce agli archivi come quella dell'aiutino di Banti alla Roma e del recupero tagliato da Doveri a Torino. Veleni amplificati dalle parole di Preziosi e riaccendono il duello scudetto tra bianconeri  e giallorossi. La moviola della giornata si concentra in pratica tutta qui, perchè sugli altri campi va decisamente meglio. Partiamo da Genoa-Roma che viene arbitrata male da Banti. E' da annullare il gol di Nainggolan perché c'è una simulazione di Ljajic che avrebbe dovuto spingere il direttore di gara a interrompere il gioco: poi la palla finisce a Maicon che crossa e il centrocampista belga gira in rete. Errore grave. Bene la decisione su rigore ed espulsione di Perin (la regola non parla più di ultimo uomo, ma di chiara occasione da rete) e le moviole assolvono l'arbitro anche sul contatto Astori-Sturaro: non è rigore. 

C'è, poi, la grave svista dell'offside dello stesso Sturaro fermato mentre è lanciato da solo verso la porta di De Sanctis: errore difficile da comprendere perché il genoano è in gioco di almeno mezzo metro. Nel finale è ok l'annullamento del pareggio di Rincon per fuorigioco, ma non c'era l'angolo da cuii nasce l'azione. In generale, poi, non piace la gestione della partita e le pagelle bocciano il direttore di gara con una serie di 4 e 5. La rissa nel tunnel, qualche gestaccio e provocazioni varie potranno avere un seguito nelle decisioni del Giudice sportivo.

Juve e Roma: il bilancio degli errori pro e contro dopo 15 giornate


A Torino, invece, è Doveri a scontentare entrambe le squadre in Juventus-Sampdoria. Di sicuro è irregolare la posizione di battuta del corner che Marchisio indirizza al centro dell'area di rigore ed Evra trasforma in rete: palla fuori dalla lunetta come accade sempre nel corso della gara e troppo spesso su tutti i campi. Serve più attenzione da parte di arbitro e assistenti. Per i moviolisti era da rigore la trattenuta di Cacciatore su Pogba che poteva anche portare all'espulsione del sampdoriano. Di sicuro meritava il rosso Vidal nel finale per l'entrata da dietro su Duncan: doppio giallo o, al limite, anche espulsione diretta. Doveri fa correre e sbaglia, così come è incomprensibile la gestione del recupero: 3 minuti per le 5 sostituzioni nel corso della ripresa, più un gol e l'infortunio dello stesso Duncan che ferma il gioco. Si poteva fare di più (almeno 4') e non si capisce perché il fischio finale arrivi con 9 secondi d'anticipo.

Ecco comunque come Panorama.it ricostruisce la classifica a oggi senza gli errori arbitrali. Vale la tradizionale avvertenza che il parametro preso in considerazione sono le decisioni che avrebbero potuto cambiare concretamente il risultato (rigori non assegnati o che non c'erano, reti annullate o concesse per errore) e che la graduatoria fa riferimento alle moviole dei quotidiani sportivi italiani esprimendo non un valore oggettivo ma una tendenza. 

La classifica senza errori arbitrali dopo la 15° giornata

Squadra

Punti

Differenza con la reale

Juventus

34

-2

Roma

33

-2

Genoa

31

+5

Napoli

26

+2

Udinese

25

+4

Lazio

24

-2

Fiorentina

23

=

Sampdoria

23

-3

Milan

22

-2

Inter

22

+2

Sassuolo

21

+2

Palermo

18

-3

Verona

17

=

Chievo 

15

+2

Torino 

15

+1

Empoli 

15

-1

Cagliari

13

+1

Atalanta

12

-2

Parma

8

+1

Cesena

7

-1

© Riproduzione Riservata

Commenti