C'è qualcuno che può battere questo Bayern?

Preso anche Thiago Alcantara dal Barcellona: toglierà il posto a un big in una rosa che vale 499 milioni di euro - CALCIOMERCATO IN DIRETTA

La rosa del Bayern Monaco 2013-2014. E non è ancora al completo... – Credits: Afp

La speranza degli altri è che alla fine, dovendo comunque giocare in undici, Guardiola perda il filo del suo Bayern e non riesca a sfruttarne a pieno le potenzialità. Resta solo quello, perché la rosa che i campioni d'Europa stanno allestendo per la prossima stagione è una delle più forti mai viste negli ultimi decenni e minaccia di comandare il calcio mondiale per molti anni. La ciliegina sulla torta si chiama Thiago Alcantara, crac spagnolo fresco campione continentale Under 21 (ricordate quello della tripletta all'Italia nella finale di Gerusalemme?) che Rummenigge ha strappato alla concorrenza con una facilità irrisoria.

Thiago doveva essere il futuro del Barcellona, poi i catalani si sono dimenticati della clausola che gli garantiva almeno il 60% delle presenze in stagione e lo hanno perso. La sua clausola rescissoria è precipitata da 90 a 18 milioni di euro. Sembrava tutto fatto con il Manchester United e, con un blitz improvviso, il Bayern ha chiuso l'accordo con il giocatore e ha informato il Barcellona a giochi fatti: 18 milioni al club e 4 netti per le prossime 5 stagioni a Thiago. Operazione da 60 milioni di euro, quasi una passeggiata per il club più ricco e con i conti più in ordine del mondo.

Va a Monaco perché ritrova Guardiola, che piano piano sta prendendo possesso del mondo-Bayern e non pare per nulla spaventato dalla prospettiva di aver ereditato il Triplete di Heynckes, e perché gli è stato promesso un ruolo centrale nella squadra della prossima stagione. L'unica speranza per tutti gli altri è che in Baviera si siano lasciati prendere un po' la mano e adesso facciano fatica ad accontentare tutti. Se gioca Thiago Alcantara, ad esempio, chi sta fuori? L'intoccabile Schweinsteiger o Kroos, uno che comunque ha un valore di mercato superiore ai 30 milioni di euro? Oppure Javi Martinez, quello che il Bayern pagò 40 un'estate fa scandalizzando mezza Europa?

Il problema prima o poi sorgerà perché non esiste al mondo giocatore contento di fare panchina, a maggior ragione nell'anno del Mondiale. E' l'unica speranza degli avversari del Bayern che oggi è in grado di schierare due formazioni che potrebbero tranquillamente arrivare entrambe tra le prime quattro di Champions League oltre a dominare in Germania. Usando il 4-3-3, Guardiola a disposizione un undici titolare con Neuer in porta, Lahm-Dante-Boateng-Alaba in difesa, Thiago Alcatara-Javi Martinez-Kroos a centrocampo e la coppia Robben-Ribery a fare da esterni a Mandzukic. Squadra fortissima che avrebbe in panchina fenomeni come SchweinsteigerMuller e Goetze (appena prelevato dal Dortmund), oltre a giocatori come Luiz Gustavo, nazionale brasiliano, Shaqiri e Badstuber.

Pensando di garantire il posto anche a Schwensteiger e Goetze potrebbe pensare di arretrare Javi Martinez sulla linea dei difensori alla Mascherano e togliere Kroos schierando una specie di 4-2-3-1 con 4 giocatori super offensivi e Thiago Alcantara spostato davanti alla difesa. Oppure potrebbe ancora inventare la difesa a tre sacrificando anche Alaba. Un dolce rompicapo che Guardiola sta cercando di risolvere in queste settimane di ritiro prima di partire alla conquista del mondo. Le strategie del Bayern Monaco sono chiare già anche per il futuro. Tra dodici mesi questa rosa aggiungerà alle sue opzioni il talento di Lewandowski, fermato a parametro zero e già annunciato

Il sospetto che i tedeschi vogliano monopolizzare Bundesliga e Champions League è fondato anche perché il fair play finanziario li favorirà avendo il club i conti in ordine e producendo addirittura utili. Una macchina da soldi che non avrà alcun problema ad investire anche in futuro. La rosa in mano a Guardiola ha già l'età media giusta (25,4 anni) per essere adatta a un progetto a lungo termine. Il valore? Sommandoli tutti si arriva a 499 milioni di euro (fonte Transfermarkt.it) con stima tendente al ribasso. Chi li ferma?

© Riproduzione Riservata

Commenti