Basket

Sassari batte Milano: Supercoppa e sogni di...

Il successo sui campioni d'Italia nel primo trofeo di stagione conferma le ambizioni del club per il Campionato alle porte

Sassari-premiazione

Supporter's Magazine

-

Chi pensava che l'addio dei cugini Diener significasse un indebolimento per Sassari si era sbagliato. La squadra allenata da coach Sacchetti ha infatti cambiato pelle ma non il vizio: dopo la Coppa Italia dello scorso febbraio, alza la Supercoppa italiana di basket davanti al proprio pubblico. E lo fa con la solita autorità e il solito gioco spumeggiante che travolge Milano sin dalle prime azioni: cinque uomini in doppia cifra, più rimbalzi, una precisione quasi totale ai liberi. Più Jerome Dyson, già ammirato dagli appassionati a Brindisi lo scorso anno, mvp della manifestazione.

Il campo dice che Sassari ha maturità e lancia ufficialmente la sfida a Milano per lo scudetto in attesa della sua prima storica partecipazione all'Eurolega, che qui a Sassari già pregustano con l'acquolina in bocca. Stefano Sardara, presidente della Dinamo, è soddisfatto non solo per la vittoria. "Stiamo lavorando per una crescita nel marketing e nello sfruttamento della nostra immagine. Portare il nome Dinamo sulle maglie è sinonimo di appartenenza di una terra intera. Che si vinca o si perda, noi dobbiamo espandere le nostre possibilità. Anche la Lega ne sta prendendo atto e tutte le squadre devono farsi trovare pronte".

 

Sul parquet Sassari si diverte e diverte. A partire dal già citato Dyson, che inventa canestri e triple impossibili, facendosi rimpiangere dai tifosi di Brindisi come testimoniamo i messaggi che arrivano sulla nostra pagina facebook mentre - genio e sregolatezza – offre tutto il repertorio di una classe cristallina contro un’Olimpia che si sveglia troppo tardi. La Supercoppa è così di Sassari, di una città intera se non addirittura di una Regione: un esempio di programmazione per tutte le squadre, una bella storia di una squadra di provincia che, come Brindisi, cinque anni fa era in Legadue.

Dopo la finale, il Club House Caffè si riempie: i giocatori entrano con la coppa e la festa comincia. Meglio godersela, perché tra sei giorni sarà Campionato, con la prima rivincita tra Sassari e Milano in calendario per il prossimo 7 dicembre. In Sardegna sperano di ritrovarsi qui a giugno con un trofeo ben più importante: nessuno lo nomina, ma lo scudetto è ormai nei pensieri di molti.

Tutto bello, ma quei vuoti visti in TV...
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Riparte la stagione con Supercoppa e... matrimonio

Lei di Sassari, lui di Brindisi: un amore nel segno del basket per una cerimonia che aprirà la due giorni in Sardegna, presenti anche Milano e Roma

Bryant contro D'Antoni: "Non sa cos'è la vittoria"

Il 24 dei Lakers spara a zero sull'ex coach, che però in carriera ha vinto più di lui

Commenti