Basket

Basket: con 43 punti Petteway nella storia di Pistoia, EA7 Milano sempre imbattuta

Anche 10 triple nella partita-record dell'ala americana. Giornata da ricordare pure per coach Sacripanti (Avellino), che arriva a 300 vittorie

petteway_pistoia

Paolo Corio

-

Alla sua prima esperienza assoluta al di qua dell'Oceano, dopo 8 giornate di Campionato Terran Petteway è già parzialmente entrato nella storia della nostra Serie A di basket e totalmente in quella di una piazza appassionata come Pistoia: con i 43 punti messi a segno nella vittoria su Trento, la 24enne ala americana è infatti diventato il miglior marcatore di sempre in una partita del club toscano, mentre le 10 triple realizzate (su 14 tentativi) lo hanno iscritto nello speciale club di tiratori - con lui altri 15 - capaci appunto di mettere la doppia cifra in tabellino alla voce tentativi realizzati da oltre l'arco in un solo match.

Per gli amanti delle statistiche, il record assoluto rimane di Mike McGee, che nella stagione 1989-1990 ne mise a segno ben 13 per la Irge Desio sul parquet di Firenze.

Milano infila l'ottava
Tornando ai numeri dell'ultimo turno, va poi segnalata l'ottava (per quanto sofferta) vittoria consecutiva dell'EA7 Milano a Cremona, con il vice Cancellieri a guidare la squadra per l'indisposizione di coach Repesa. Successo in rimonta per 76-72, messo in ghiaccio da due liberi di Simon e con un tabellino che vede in doppia cifra solo i lunghi proprio nella giornata in cui Raduljica viene tenuto a riposo: 14 Macvan, 12 Sanders (autore anche dell'unica tripla su 11 tentativi milanesi), 11 McLean, 10 Pascolo. Alle spalle dell'EA7 secondo posto in solitaria per Reggio Emilia, che continua ad avere in Pietro Aradori e Amedeo Della Valle (18 punti per il primo, 16 per il secondo) le punte di diamante di un attacco tricolore.

Coach Sacripanti fa invece 300
E' invece Joe Ragland (18 punti, 9 assist) a guidare Avellino nell'importante successo in trasferta contro Sassari, in cui tra gli irpini spiccano anche Adonis Thomas (21) e Levi Randolph (18 a sua volta, con l'aggiunta di 7 rimbalzi). Ottimamente guidata da coach Sacripanti, che festeggia la nomina a "vice" azzurro del ct Messina con la 300ma vittoria in Serie A, Avellino continua così a condividere la terza piazza con la sorpresa Caserta, che supera in casa l'altrettanto sorprendente Capo d'Orlando grazie anche e soprattutto alla regia di un Sosa da 21 punti e 6 assist.

Determinante poi la "doppia doppia" da 23 punti e 11 rimbalzi di Hrvoje Peric nell'importante successo della Reyer Venezia a Torino (16 rimbalzi per Deron Washington, record di giornata), mentre quella di JaJuan Johnson (32 punti, 12 rimbalzi) non riesce a evitare contro Brindisi la quarta sconfitta consecutiva (e sesta stagionale) di una Cantù sempre più in crisi.

Risultati e classifica
8a giornata: Openjobmetis Varese-Germani Basket Brescia 68-74, Banco di Sardegna Sassari-Sidigas Avellino 70-75, Grissin Bon Reggio Emilia-Consultinvest Pesaro 87-80, Vanoli Cremona-EA7 Emporio Armani Milano 72-76, The Flexx Pistoia-Dolomiti Energia Trentino 84-78, Pasta Reggia Caserta-Betaland Capo d'Orlando 91-86, Fiat Torino-Umana Reyer Venezia 90-93, Enel Basket Brindisi-Red October Cantù 90-82.

Classifica: Milano 16; Reggio Emilia 14; Avellino e Caserta 12; Venezia 10; Capo d'Orlando, Sassari e Brindisi 8; Pistoia, Torino, Brescia, Trento e Varese 6; Cantù e Pesaro 4; Cremona 2. 

© Riproduzione Riservata

Commenti

Cookie Policy Privacy Policy
© 2018 panorama s.r.l (gruppo La Verità Srl) - Via Montenapoleone, 9 20121 Milano (MI) - riproduzione riservata - P.IVA 10518230965